2019/07/19 00:34:2821350
2019/07/19 00:34:2821930

PULITO IN 7 PASSI

Come lavare i tappetini da yoga

LEGGI IN 3'

Vai a lezione di yoga da un po’ di tempo ormai, ma… a noi puoi confessarlo, ancora non hai mai lavato il tuo tappetino, vero? Non preoccuparti, non sei di certo l’unica: il tappetino da yoga rientra in quella categoria di accessori che non si capisce mai come debbano esser lavati. Inoltre, il materiale di cui è fatto, un po’ spugnoso, non facilita di certo l’operazione.

Il fatto però è che - proprio per via di quel materiale spugnoso - il tappetino da yoga assorbe polvere, sudore, creme e oli per la pelle in grandi quantità… col risultato che, lezione dopo lezione, asana dopo asana, la sua superficie rischia di diventare sempre più scivolosa e il suo odore sempre meno gradevole!

Ecco allora come lavare i tappetini da yoga: esistono alcuni sistemi in fondo semplici, ma efficaci che - a seconda del tipo di yoga che pratichi e del tuo livello di sudorazione - dovresti avere cura d’applicare regolarmente, anche una volta a settimana. Solo così potrai mantenere il tuo tappetino da yoga più a lungo in vita!

Come lavare i tappetini da yoga poco sporchi

Se il tuo tappetino non è molto sporco, puoi ricorrere a due comode soluzioni spray per realizzare un lavaggio rapido, ideale se hai poco tempo e… poca voglia!

Se vuoi optare per un metodo più naturale, riempi una bottiglia dotata di erogatore spray con mezzo bicchiere d’acqua e mezzo bicchiere di aceto bianco. Per attutire l’odore sgradevole dell’aceto, aggiungi 2 o 3 gocce del tuo olio balsamico preferito: eucalipto, limone, lavanda, menta o tea tree sono perfetti.
Spruzza la soluzione sulla superficie del tappetino, lascia agire per qualche istante e poi risciacqua con un panno in microfibra umido. Ripeti l’operazione dall’altro lato e stendi il tappetino ad asciugare all’aria aperta. Se ti accorgi che l’asciugatura impiega più di 10-15 minuti, strofina la sua superficie con un panno asciutto per rimuovere l’eccesso d’acqua e velocizzare il tutto!    

All’incirca la stessa procedura puoi eseguirla anche con una soluzione d’acqua e detersivo liquido per piatti. Spargila su entrambi i lati del tappetino con l’aiuto dell’erogatore spray e di una spugnetta bagnata, strofina per bene e poi risciacqua con acqua corrente nella doccia o nella vasca da bagno per esser sicura di lavar via tutto il sapone. Poi tampona il tappetino con uno strofinaccio di cotone o un panno di spugna e stendilo ad asciugare all’aria aperta.

Come lavare i tappetini da yoga molto sporchi

Se non lavi il tuo tappetino da mesi, allora dovrai ricorrere a una procedura più accurata. Immergilo in una soluzione di acqua tiepida e detersivo delicato per biancheria, nella vasca da bagno oppure in una tinozza abbastanza ampia per contenerlo ripiegato a metà su se stesso. Mi raccomando, fai attenzione a non versare una quantità eccessiva di sapone, o non riuscirai più a eliminarlo e il tuo tappetino da yoga resterà irrimediabilmente scivoloso!



Strofina il tappetino in ammollo con una spugna morbida e poi risciacqualo con acqua corrente. Dopo averlo strizzato delicatamente – e senza torcerlo - per eliminare del tutto l’acqua al suo interno, stendilo su un asciugamano asciutto e arrotolali entrambi - tappetino e asciugamano - insieme. Ora cammina sopra a questo bel “cilindro”: l’acqua che fuoriesce dal tappetino sarà assorbita dall’asciugamano! Non ti resta a questo punto che srotolare e stendere il tappetino all’aria aperta fino a quando non sarà completamente asciutto.

Come lavare i tappetini da yoga in lavatrice

Vai di fretta, la prossima lezione di yoga è vicina e non hai proprio tempo di dedicarti a una di queste operazioni di pulizia e asciugatura, che sicuramente richiedono un po’ di tempo?
Stai tranquilla, sappi che - in casi estremi come questo - puoi sempre ricorrere all’amata lavatrice. Infila il tuo tappetino da yoga nel cestello - da solo, senza detersivo né ammorbidente - e avvia il ciclo per capi delicati. Lascialo asciugare all’aria aperta - non in pieno sole - o, se hai l’asciugatrice, tanto meglio, avvia un ciclo adatto per delicati, in modo che non si danneggi. Puoi lavare in lavatrice il tuo tappetino da yoga anche 1 volta al mese senza timore di rovinarlo!

Di’ la verità: mai avresti pensato potesse essere così facile far tornare pulito il tuo tappetino!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione