IDEE VERDI

Risparmia con la spesa ‘ecologica’

LEGGI IN 3'

Come risparmiare sulla spesa: prodotti green

Come risparmiare sulla spesa? Innanzi tutto, devi sapere che il primo passo fondamentale per risparmiare denaro è acquistare meno, imparando a comprare di volta in volta quello di cui davvero abbiamo bisogno. La spesa, infatti, andrebbe fatta giorno per giorno, a seconda delle necessità reali della famiglia. Inoltre, adattarsi ad uno stile di vita ecosostenibile è possibile, ma non solo, adottare particolari accorgimenti necessari diventerà persino naturale. Un'altra cosa da tenere presente è quella di privilegiare quei supermercati dove poter trovare prodotti equosolidali o biologici, articoli a basso consumo energetico e tutta la gamma di articoli in 100% di fibre naturali.

Trovarli è più facile del previsto: moltissime catene di supermercati, infatti, stanno proprio lanciando il loro ‘brand’ ecologico, veri e propri supermercati che, a seconda del marchio, vendono anche accessori d’arredo e fornitura elettrica ricavata da fonti rinnovabili e molto spesso a costi inferiori dei prodotti tradizionali.

Stop al volume

Per fare una spesa accorta, ormai si sa, è bene andare da sole, portare con se una lista dello stretto necessario da acquistare e assicurarsi di essere a stomaco pieno. Detto ciò, dovrai stare attenta a non incappare nell’errore di lasciarti ‘sedurre’ da tutti quei prodotti attraenti, ma di cui non hai davvero bisogno.

Evita anche gli imballaggi di verdure, optando, in sostituzione, per frutta e verdura sfusa, la cui mancanza di imballaggio consente di toccare con mano il prodotto e risparmiare sulla confezione che solitamente ha un prezzo superiore.

Gruppi di acquisto

Se risparmiare sulla spesa ti sembra davvero una missione impossibile, cosa pensi di provare a riunire un gruppo d’acquisto? Si tratta di formare un gruppo di consumo di circa 15-20 persone, coinvolgendo amici, parenti vicini e condomini con cui è facile vedersi periodicamente.

Contatta i commercianti sotto casa, quelli dove ti rechi normalmente, chiedendo una convenzione o uno sconto sulla spesa offrendo, in cambio, la propria fedeltà al negozio. Il loro interesse sarà immediato e il tuo risparmio sulla spesa assicurato!

Il km zero

Fare la spesa in modo intelligente equivale a risparmiare soldi e allo stesso tempo ridurre le emissioni di CO2. Come? Scegliendo di acquistare prodotti ed alimenti a chilometro zero, dai produttori vicini a casa, che naturalmente - non dovendo sostenere i costi della filiera tradizionale - possono applicare prezzi più bassi. I prodotti locali, inoltre, assicurano e favoriscono anche l’occupazione locale. Senza contare che, comprare dai Paesi con basso costo della manodopera, incentiva lo sfruttamento minorile e bassa la tutela dei lavoratori.

Se i pareri favorevoli a questa scelta sono molti, c’è anche chi, come la CIA (Confederazione Italiana Agricoltori), boccia l’idea di una spesa a km zero definendola frutto di un “ambientalismo retrogrado” che farebbe sprofondare il Made in Italy.

Acquistare on-line

Acquistare in rete equivale sempre ad un risparmio di tempo e, spesso, anche di soldi. Si tratta sicuramente di una comodità assicurata, ma anche di un territorio molto vasto, dove può capitare anche di incappare in errori o truffe.

Proteggi i tuoi consumi optando per un sito conosciuto, che offre transazioni sicure. Controlla quindi che la pagina su cui si digitano i propri dati sia protetta (l’indirizzo deve essere preceduto da https://, anziché da http://) e nello schermo in basso a destra compaia l’icona di un lucchetto. Per i pagamenti adotta il sistema PayPal o una carta prepagata, così da ottenere maggiori garanzie di protezione.

I prodotti sfusi e alla spina

Un altro modo per risparmiare sulla spesa coincide con l’ultima ‘tendenza’ ecologica: la vendita di prodotti alla spina che spuntano numerosi nei corner degli ipermercati e nei negozi. Si tratta di una scelta consapevole che il consumatore fa per evitare gli inutili sprechi, avendo la possibilità di scegliere solo la dose necessaria.

Anche i consumi di latte alla spina registrano un costante aumento. Ci si porta da casa la bottiglia (accuratamente pulita) o la si compra direttamente al distributore. Si inseriscono le monete nella macchina e si riempie il contenitore, che potrà essere conservato in frigorifero per 3-4 giorni.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta