IDEE VERDI

La green economy si tinge di rosa

LEGGI IN 2'

L'economia sostenibile cresce e premia le donne. Le cifre della ricerca condotta dall'Isfol sullo sviluppo dei green jobs dicono che ben il 57,8% delle donne impiegate in lavori "ecologici" ricopre ruoli medio-alti. I maschietti si fermano al 35,3%, un dato che ribalta le classiche statistiche sul mondo del lavoro.

L'ambiente può quindi darci una mano nel trovare o cambiare un lavoro. Ma aiutati che il ciel ti aiuta e così ecco Ecopink, la vetrina milanese che ogni anno mostra le iniziative di donne  che sono riuscite a coniugare capacità imprenditoriale, creatività e rispetto per l'ambiente. Cinque giorni dal 25 al 30 novembre per riflettere su possibili sinergie tra donne che sono riuscite a proporre grandi innovazioni nel mondo del design, dell'arte, della moda e dell'editoria.

Grande successo hanno riscosso nell'edizione 2009 gli oggetti di interior design realizzati da Raffaella Bandera, con lampade e vasi realizzati interamente con materiali riciclati, compresi i vecchi maglioni dei figli ormai cresciuti. Il risultato è una linea di prodotti innovativi, al confine tra artigianato e arte plastica.

Non meno interessanti si sono rivelati i prodotti realizzati dal genio di 13 RiCrea, team costituito da Angela Mensi, Ingrid Taro e Cristina Merlo, che considerano gli scarti industriali una vera e propria risorsa da trasformare in arredi dal design originale e accattivante.Ma green job non significa solo arte del riciclo. Anche i settori più tradizionali devono fare i conti con la sostenibilità e anche qui le donne sono protagoniste.
Prendiamo l'edilizia ad esempio. Le case del futuro saranno ecologiche, sostenibili e a risparmio energetico. E a progettarle ci pensano le donne. I dati del portale Almalaurea rivelano infatti che la maggior parte dei frequentati del master "Abita", del Centro di ricerca Architettura bioecologica e innovazione tecnologica per l'ambiente di Firenze è donna.

Un altro settore investito dall'onda verde dei lavori ecologici è il turismo, sempre più turismo sostenibile. E chi meglio delle donne può accogliere i turisti e valorizzare il territorio, i suoi prodotti, i suoi segreti. Ed ecco spiegata l'impennata di richieste per diventare guide turistiche grazie ai numerosi bandi e concorsi indetti negli ultimi anni da enti pubblici e aziende private.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione