IDEE VERDI

Casa amica dell’ambiente

LEGGI IN 2'

Quando si parla di comportamenti ecologici in casa subito si pensa a raccolta differenziata e ad energie rinnovabili. Questi però non sono gli unici aspetti da considerare se vuoi rendere la casa più naturale possibile: è importante anche adeguare finiture, impianti e materiali ai nuovi dettami.
Materiali pericolosi come amianto e vecchie plastiche, impianti elettrici pericolosi e a rischio emissione di elettrosmog, finiture e materiali realizzati con vernici e colori inquinanti, sono molte le insidie che ti attendono se non presti la giusta attenzione.

Occhio ai materiali
Le coperture in amianto non sono le uniche a rischio. Per questo motivo sono nati rivenditori specializzati in edilizia in grado di garantire l’ecocompatibilità dei propri prodotti, come pavimenti in legno non trattati, relative cere, oggetti di ecodesign, tessuti e carte per ufficio riciclate.

Mobili "sani"
Il legno in sè non basta come garanzia, per essere rispettosi dell’ambiente e salutari, i mobili devono essere trattati con prodotti atossici: mordenti, vernici e anti tarli devono essere garantiti, soprattutto se sono destinati alla cameretta dei bimbi.

Tessuti naturali
Le tinture di tendaggi e tappezzerie potrebbero contenere componenti potenzialmente nocivi alla salute, è dunque bene anche in questo caso prestare molta attenzione nella scelta dei materiali.

Sonni tranquilli
Per quanto riguarda il letto meglio scegliere strutture con listelli in legno abbinati a materassi in lana o lattice naturale, le lenzuola saranno rigorosamente in puro cotone.

Impianto elettrico
Cavi e interruttori sono spesso responsabili dell’elettrosmog, meglio utilizzare schermi protettivi e particolari disgiuntori di corrente chiamati bioswitch, da installare sul contatore per abbassare al minimo la tensione della corrente domestica.

Un tocco di verde
Le piante sono una soluzione ideale, oltre che per decorare gli ambienti, anche per purificare e filtrare dagli agenti inquinanti l’aria di casa. Non solo le piante assorbono l’anidride carbonica, ma i microrganismi contenuti nel terriccio assorbono gas ed esalazioni.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta