CUCINA

Il piano cottura

LEGGI IN 3'

Le varie tipologie
La scelta del piano cottura per la propria cucina potrebbe sembrare semplice e veloce ma in realtà l’offerta è molto vasta. Le variabili, infatti, riguardano i materiali, le dimensioni, le griglie e anche la tipologia di accensione.

Conoscere le caratteristiche del piano cottura permette di scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze e, allo stesso tempo, essere coscienti dei sistemi di sicurezza e di pulizia per mantenere l’elettrodomestico a lungo nel tempo. In linea generale, i piani cottura in commercio sono in acciaio o acciaio smaltato, in cristallo temperato oppure in vetroceramica.

La valvola di sicurezza
Una volta valutato il lato estetico del piano cottura, uno degli elementi che possono destare più preoccupazione nei fornelli è sicuramente la fuoriuscita del gas. La fiamma, infatti, si può spegnere per i più svariati motivi: liquidi che traboccano dalle pentole, folate di vento improvvise, chiusura o apertura involontaria della manopola senza accensione della fiamma magari proprio da parte di un bambino.

Per tutti questi motivi è di fondamentale importanza che il piano cottura sia dotato di termocoppia, la valvola di sicurezza che blocca l’emissione del gas nel caso ci fosse uno spegnimento involontario della fiamma. Questo risulta possibile grazie al sensore presente che una volta scaldato permette l’apertura del gas grazie ad un magnete. Se la fiamma non è presente, ovviamente, il gas rimane spento.

Altri elementi di sicurezza
Ad aiutare la termocoppia a rendere il piano cottura un elettrodomestico completamente sicuro ci sono anche altri elementi. Lo spegnimento a tempo, ad esempio, è un altro sistema di sicurezza che impedisce spiacevoli incidenti e bruciature del cibo indesiderate. Il funzionamento è molto semplice, è sufficiente impostare la durata della cottura e la fiamma si spegnerà automaticamente al termine del tempo, avvertendo con un segnale acustico.

Alcuni piani cottura possono essere dotati anche di un pulsante speciale che spegne contemporaneamente tutti i fuochi in caso di emergenza. Inoltre, il piano può avere anche una spia che rimane accesa fino a quando i bruciatori, dopo l’utilizzo, non siano raffreddati.

Per i bambini
Oltre a tutti questi sistemi di sicurezza, una protezione molto importante per i più piccoli è la griglia antiscottature. Questa non è altro che un accessorio di metallo che viene posto sui tre lati del piano cottura per impedire alle pentole di rovesciarsi e provocare gravi incidenti.

Le sue dimensioni adattabili, la rendono perfetta per qualsiasi tipo di piano, da un minimo di 55 cm ad un massimo di 105. In questo modo, le pentole lasciate sui fornelli saranno irraggiungibili per i piccoli di casa.

Prevenzione e pulizia
Per permettere il corretto funzionamento si deve tenere conto sia degli elementi di sicurezza sia dei metodi di pulizia. L’unione di questi due aspetti, infatti, permette di prolungare la sua durata nel tempo.

- Il piano in acciaio inox va pulito con acqua e sapone oppure con un detersivo specifico.

- Per il piano in vetroceramica sono da evitare detergenti troppo abrasivi.

- I bruciatori a gas necessitano di una pulizia frequente e ogni due mesi andrebbero trattati con l’aceto per eliminare l’eventuale presenza di calcare.

- Per una pulizia più facile e veloce evita di lasciare che residui di cibo si secchino sui fornelli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta