CONSIGLI UTILI

Cosa fare per evitare le spese della tintoria

LEGGI IN 3'

Tuttavia talvolta la dicitura "solo lavaggio a secco" è una precauzione in più da parte del produttore per evitare che l'indumento si scolorisca oppure si restringa.

La tintoria è una spesa a volte onerosa che con un po' di tempo e qualche precauzione puoi cercare di ridurre, anche perché i solventi utilizzati per smacchiare sono spesso inquinanti e , talvolta, dannosi per la salute dell'uomo.

Ecco una serie di suggerimenti e consigli sulla manutenzione quotidiana dei tuoi vestiti che ti aiuteranno a raggiungere questo scopo:

Innanzitutto cura molto gli abiti indossati durante il giorno: una volta tolti, spazzolali e  prima di riporli nell'armadio fai prendere un po' d'aria. Il ripiegare e appendere con cura gli indumenti, dopo averli indossati, fa in modo che gli stessi possano essere riutilizzati più volte senza la fatica di lavarli o stirarli in continuazione.

Tieni in casa e anche in ufficio, una piccola spazzolina per rimuovere dai vestiti eventuali pelucchi, forfora o residui di cibo. Se sei fuori casa e ti macchi, non lasciare che la macchia si asciughi ma intervieni immediatamente con un panno bagnato, possibilmente bianco in modo che non stinga, e sciacqua la parte con acqua e sapone generico. Una volta a casa userai lo smacchiatore più appropriato.

Esistono anche molti solventi spray che puoi comodamente lasciare in ufficio, da utilizzare soprattutto se sei costretta a mangiare fuori casa durante la settimana.

Quando stiri fai attenzione a non stirare macchie pre-esistenti di unto o comunque organiche: il calore le fisserebbe sul tessuto rendendole molto resistenti a qualsiasi lavaggio od ulteriore intervento con lo smacchiatore.

Smacchia, quando è necessario, con uno smacchiatore a secco, i colletti e i polsini sporchi: può andare bene anche un qualsiasi shampoo da capelli, l'importante é lavare tutto il lavatrice dopo poco.

Il danno più vistoso sui nostri capi, è quello prodotto dalle macchie, ecco alcune tra le più pericolose che devono essere tolte immediatamente :

-          L'erba: sul cotone ed i capi bianchi, si elimina mettendoli a mollo in acqua molto calda, quindi risciacquando. Oppure, immergi e strofina la parte in latte freddo. Per le macchie vecchie: sfrega con succo di limone e risciacqua con acqua tiepida.

-          I cosmetici: sul cotone, se sono pastosi, usa detergente spray; elimina le tracce con acqua ossigenata. Per le creme, cospargi con talco o saponeria, spazzola; togli gli aloni con benzina.
Sui capi delicati: tampona con etere la lana; lava con acqua tiepida e detersivo neutro la seta.

-           L'inchiostro: sul cotone tampona a rovescio con alcol o trementina, oppure lava con acqua salata o acqua e aceto bianco. Se colorato, utilizza il permanganato di potassio al 5%. Se indelebile ammoniaca diluita con trementina. Sui delicati: per fibre sintetiche, tampona a rovescio con una soluzione di una parte di acqua ossigenata in sei di acqua; per la seta, preferisci la lavanderia.

-          Lo smalto per le unghie: sul cotone metti un panno bianco sotto la macchia e poi tampona con acetone per unghie non oleoso. Sui sintetici: non intervenire ma porta in lavanderia.

-          Il sudore: sul cotone tampona con acqua e ammoniaca, quindi sciacqua abbondantemente. Sui delicati: lava la lana con acqua molto salata, tampona la seta con etere e acqua in parti uguali.

-          Il vino: sul cotone cospargi subito la macchia con sale fino, fai asciugare, quindi procedi al normale e se necessario e se il tessuto lo consente, candeggio. Sui delicati: sulla lana bianca e sulla seta utilizza una soluzione di una parte d'acqua e sei d'acqua ossigenata.

In generale ricorda che vanno sempre lavati a secco, al di là delle indicazioni in etichetta:

. gli abiti su misura, perché perderebbero la forma se lavati in acqua;

. il jersey di lana (almeno che sull'etichetta non sia specificato che può essere lavato con acqua);

. capi con decorazioni particolari;

. qualsiasi indumento che sia composto da più tessuti.

Attenzione infine a quando fai shopping, perché nel mercato vengono introdotte sempre nuove fibre rivoluzionare, chimiche o miste alle naturali e a volte quasi "intrattabili" dalla lavatrice.

Come riconoscere le etichette sugli abiti

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione