CONSIGLI UTILI

Bimbi più sicuri in casa

LEGGI IN 3'

E in una casa si sa, c'è davvero di tutto, anche oggetti che se utilizzati impropriamente si possono trasformare facilmente in armi pericolose. E' molto importante imparare a riconoscerli per prevenire eventuali danni e limitare i rischi. Ma un bambino d'altro canto deve avere la possibilità di muoversi in libertà, senza crescere nell'ansia del pericolo o nell'imposizione del divieto; spetta quindi a noi trasformare la casa nel luogo più accogliente possibile per i nostri figli. Proponiamo qui di seguito una piccola guida pratica sulle preacauzioni da prendere nelle stanze della casa più frequentate.

Il Soggiorno

Partiamo dalla stanza in cui di norma il bambino trascorre la maggior parte del suo tempo: non amando stare da solo infatti, il piccolo preferisce alla sua cameretta il locale più frequentato dagli adulti.
Soprammobili: meglio toglierli dalla loro portata in particolare se si tratta di oggetti pesanti o fragili. Attenzione anche alle lampade da tavolo, il bambino può essere attirato dal filo elettrico strattonandolo verso di sé per vedere dove porta.
Stereo e televisore: evitare i carrelli porta-tv, preferire mobiletti stabili e alti. Proteggere il videoregistratore con una griglia per impedire al piccolo di infilarci le dita ed ordinare i cavi in apposite canaline, se lasciati liberi il bambino potrebbe inciamparvi.
Tavoli e spigoli: in caso abbiate tavoli e mobili bassi, proteggeteli con appositi paraspigoli in gomma reperibili nei negozi di prima infanzia.
Piante: fate attenzione alle piante d'appartamento. Sono facili da raggiungere in quanto spesso poggiate a pavimento, ma le loro foglie come anche la terra nei vasi, possono essere tossici se ingeriti.
Porte a vetri: fate in modo di ricoprirle con speciale pellicola adesiva trasparente. Tratterrà meglio le schegge in caso di rottura accidentale del vetro.
Prese di corrente: premettendo che l'impianto elettrico deve essere provvisto di messa a terra e di dispositivo salvavita, è sempre utile coprire tutte le prese libere della casa (fonte di forte attrattiva da parte dei bambini) con appositi coperchietti.


La cucina

Anche la cucina è un posto ad alto rischio. E' dimostrato infatti che un terzo degli incidenti domestici che coinvolgono i piccoli avvenga qui.
Piano cottura. Indispensabile il dispositivo di sicurezza che blocca la fuoriuscita del gas in caso di spegnimento, come le griglie coprifuochi anti bruciature.
Pentole e padelle. Fate attenzione che i manici siano sempre rivolti verso l'interno e cercate di utilizzare i fuochi più vicini alla parete.
Utensili e piccoli elettrodomestici. Coltelli, forbici, piccoli elettrodomestici devono sempre essere fuori dalla portata dei bambini. Casomai si possono riservare dei cassetti dove loro possano raccogliere e toccare oggetti adatti, ma gli altri devono essere bloccati con appositi fermi.
Forno, frigorifero e congelatore. Bisognerebbe impedire al bambino di entrare in cucina a forno funzionante, a meno che non si disponga del modello a colonna o di uno sportello termoresistente. E' bene anche bloccare le porte di frigorifero e congelatore, molto più facilmente accessibili. Il bambino potrebbe ingerire cibi non adatti a lui o farsi male toccando le parti brinate.


Detersivi e spazzatura. Quasi sempre detersivi e spazzature sono posti sotto il lavello da cucina. Luogo rapidamente raggiungibile da qualunque bambino, che attratto da contenitori e liquidi colorati potrebbe ingerirli giocandoci. Dotate anche qui le ante di fermi sicuri. Nel caso in cui conservaste i detersivi in bagno sopra la lavatrice o in lavanderia ricordatevi sempre di non lasciarli alla portata dei bambini, di mantenere tutti i flaconi ben chiusi e di non travasarli in altri contenitori.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione