CONSIGLI UTILI

Acquisto la prima casa e risparmio

LEGGI IN 3'

L'acquisto di una casa è un'esperienza emozionante e allora stesso tempo impegnativa per una coppia.

Non soltanto per il costo dell'immobile in genere ma anche per tutte quelle spese correlate all'acquisto che incidono notevolmente.

Spese notarili, tasse, provvigione per l'intermediario immobiliare: queste ed altre sono le voci che portano il prezzo dell'immobile a salire anche del 10% del suo valore. Lo sapevi?

Comprare un immobile privatamente o con l'agenzia?

Puoi evitare di rivolgerti ad una agenzia immobiliare: arrivi a risparmiare fino al 4% dell'immobile.

Se preferisci invece consultare un'agenzia accertati della loro serietà e professionalità: in ogni caso tratta sulla provvigione relativa alla loro prestazione.

Scegli bene il notaio

Non prendere il primo che capita tanto meno quello che ti suggerisce l'agenzia: valuta diversi studi notarili per trovare quello con l'onorario più conveniente.

Solitamente la tariffa si calcola sul valore dell'immobile (0.6% fino al 2%), se scegli di fare il mutuo questa percentuale può anche raddoppiarsi.

Per un'eventuale pratica di mutuo affidati allo stesso notaio che ti ha seguito per il rogito della casa: sarà più facile chiedergli un bello sconto sull'onorario totale!

Partecipa alle aste immobiliari 

Partecipa sì, ma occhi aperti!

Il prezzo di un immobile alla prima asta non è quasi mai conveniente: lo diventa in seguito, nella seconda e soprattutto nella terza asta.

Se acquisti un immobile all'asta hai diritto per legge a vari controlli tipo la visura catastale, qualche piccola tutela in più che non fa male 

Il mutuo: non essere precipitosa!

Prestiti e finanziamenti sì, ma non buttarti a capofitto!

Non chiedere subito mutui e prestiti, valuta se puoi sostenere mensilmente una spesa del genere: la fretta è tua nemica e ti fa fare cattivi affari.

Per il prezzo migliore a volte c'è bisogno di saper aspettare.

Se decidi per il mutuo, confronta diverse proposte prima di accettarne una.

Confrontali, e scegli quello al tasso migliore.

Tieni a mente le altre spese e le agevolazioni

Al notaio si aggiunge la tassazione dovuta allo Stato.

Ti consigliamo di far stabilire al notaio la base imponibile di acquisto, se la base imponibile sarà calcolata sulla valutazione automatica catastale e non sul prezzo di compravendita (che dovrà essere comunque indicato sull'atto) potrai risparmiare per Legge il 30% sulla tariffa del notaio (sistema prezzo-valore). 

Il conteggio delle imposte sullla prima casa ha aliquote minori e agevolate (per l'imposta fissa ipotecaria) mentre l'imposta fissa catastale rimane la stessa.

Informati più che puoi!

Più sai, meno avrai sorprese.

Informati sulle eventuali spese condominiali, sulle tasse da pagare, sulle statistiche per confrontare i prezzi di mercato (trovi questo tipo di informazioni presso l'agenzia del territorio o nei portali immobiliari).

Valuta la casa per non avere sorprese

Fai più sopralluoghi, valuta l'isolamento, l'impianto di riscaldamento, l'attestato di prestazione energetica. Un buon livello di questi indicatori ti permette di considerare meno costi di gestione per il resto della tua vita.

Dulcis in fundo: non scoraggiarti!

Dopo mesi di ricerca se non hai trovato quello giusta è facile arrendersi e scegliere la prima che capita... spesso una bella cantonata.

Cerca di dosare emotività e razionalità. La casa giusta per te esiste e sarà meravigliosa.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione