INTERNI

La casa si evolve

LEGGI IN 3'

Quattro partner di prestigio - AEM, Bticino, Euromilano e Fastweb - si sono uniti per dare vita nel capoluogo meneghino ad un nuovo modello abitativo: il primo quartiere domotico italiano. Le soluzioni domotiche che è possibile ritrovare negli appartamenti in costruzione nel complesso residenziale di Via Eritrea 48/8 sono visibili e funzionanti nell’appartamento che costituisce la Show Room di EuroMilano Certosa.

Questa unità abitativa racchiude e mostra ai visitatori il complesso di tutte le funzioni estremamente vantaggiose in termini di comfort - automazione di luci e tapparelle, telefonia integrata con videocitofonia -, sicurezza - sistema antintrusione, allarmi tecnici, videocontrollo -, risparmio - termoregolazione, gestione carichi elettrodomestici -, comunicazione - telefonia e videocitofonia integrate, reti dati -, controllo - attivazioni e gestione impianto da remoto -. L’appartamento presentato, di 120 mq, è composto dagli ambienti normalmente presenti in qualsiasi abitazione di questo tipo. L’impianto elettrico, realizzato da My Home Bticino, spicca per facilità di utilizzo e integrazione estetica con l’arredamento. I comandi intelligenti del Sistema My Home hanno l’aspetto e la versatilità delle moderne linee civili da incasso Living, Light e Light Tech e le azioni richieste per attuare i vari tipi di automazione domestica non sono altro che l’azionamento di normali pulsanti e interruttori.

All’entrata dell’appartamento è collocato un videocitofonico. Su chiamata, suonano tutti i videotelefoni della casa che permettono di visualizzae le immagini delle telecamere, rispondere al citofono e fare o ricevere telefonate. Nell’ingresso si trovano anche l’interruttore di spegnimento generale, l’interruttore di movimentazione delle tapparelle e l’insertore dell’antifurto. Oltre al normale pannello di controllo dell’impianto elettrico, la casa domotica vanta dispositivi specifici che rendono possibile l’automazione domestica. Il soggiorno, che si affaccia su una parte del giardino, è dotato di impianto Home Theatre. Sulla parete, in prossimità della finestra, la centralina scenari gestisce, con combinazioni prestabilite di accensione/spegnimento luci, automazione tapparelle, abbassamento schermo proiezione, 4 situazioni tipiche a cui l’ambiente si può adattare secondo le circostanze. La finestra della sala da pranzo dà sull’altro lato del giardino. Una centralina scenari gestisce le automazioni di luci, tende e tapparelle per adattare l’ambiente ai vari momenti della giornata, mentre il cronotermostato permette di programmare l’impianto di riscaldamento e condizionamento, anche da remoto via telefono o cellulare.

In cucina, il rivelatore di gas in caso di fuga chiude l’elettrovalvola di erogazione; tutti gli elettrodomestici sono connessi a prese controllate da una speciale centralina che impedisce di superare il limite contrattuale di prelievo dell’energia elettrica. All’occorrenza, è sempre possibile “forzare” il funzionamento di qualsiasi elettrodomestico controllato. Il giardino è sorvegliato da telecamere da esterno. Ad impianto antifurto inserito, la telecamera che rileva l’avvenuta intrusione trasmette l’immagine del locale sullo schermo di tutti i videotelefoni della casa. Queste immagini sono remotizzabili via posta elettronica nel caso di impianti connessi a Internet per mezzo di Web Server.

In camera da letto, attraverso la centrale dell’impianto antifurto, è possibile visualizzare e gestire le zone di attivazione della protezione. Sulla testata del letto è presente la radiosveglia dell’impianto di diffusione sonora e un videotelefono da tavolo dotato di funzione citofonica (per vedere e rispondere a chi suona alla porta, fare e ricevere chiamate telefoniche, visualizzare le immagini delle telecamere in caso di allarme o rumori sospetti).In bagno un interruttore differenziale magnetotermico dedicato, conferisce ulteriore protezione a questo ambiente specifico. Anche qui ritroviamo, come in tutti i locali della casa, i diffusori e i dispositivi che consentono di fruire dell’impianto di diffusione sonora.

Per mezzo di un Personal Computer connesso a Internet con My Home, la casa è vicina anche quando siamo lontano; grazie al My Home Server è infatti possibile realizzare una connessione via internet ed accedere, dopo aver digitato Login e Password, al portale da cui gestire la casa da remoto. È quindi possibile avere immediata visione della situazione della casa ed effettuare da lontano tutte le operazioni di gestione dell’impianto necessarie, esattamente come se ci si trovasse al suo interno.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta