BRICOLAGE

Scegliere il giusto tipo di colla

LEGGI IN 2'

Che si tratti di una piccola riparazione o un elaborato lavoro di restauro, la scelta della colla è un elemento fondamentale per la buona riuscita del lavoro di bricolage. Quando si lavora con il legno la colla vinilica sembra spesso una scelta naturale, ma è interessante ricordare che questa colla è comparsa sul mercato solamente negli anni Trenta del secolo scorso. Se si tratta del restauro di un mobile è importante utilizzare un tipo di colla simile a quello originale in modo da rispettare l’essenza dell’opera. Ma sono anche altri gli elementi di cui tener conto, come l'elasticità della colla e la reversibilità.

Le caratteristiche delle colla

Per elasticità di una colla si intende il modo in cui questa si adatta ai movimenti del legno, ovvero ai ritiri e alle espansioni del legno dovute a temperatura e umidità. Non dimenticare infatti che il legno naturale può variare volume in base al tipo di taglio, alla percentuale di umidità residua e al clima esterno.
Altra caratteristica importante della colla è la reversibilità, cioè la possibilità o meno di scollarsi facilmente consentendo nuovi interventi di restauro. In questo senso la colla vinilica offre una resistenza molto forte, le colle organiche offrono invece una maggiore elasticità e reversibilità, sono quindi ideali per un restauro leggero e poco invasivo.

La colla vinilica

La facilità d’uso e la disponibilità immediata rendono la colla vinilica una valida alleata dei lavoretti domestici, si tratta infatti di una colla a freddo utile per incollare differenti tipi di materiali come anche carta e cartoni. L’incollaggio avviene di solito entro qualche ora, ma per sicurezza di fissaggio meglio attendere almeno 24 ore.
Molta importanza nell’incollaggio ha la forza con cui si stringono i due pezzi, garantendo una tenuta davvero molto efficace, un fattore che può diventare un limite nel caso si intenda ritoccare il restauro. Importante anche stare attenti a macchie e sbavature perché questo tipo di colla tende a macchiare legno e altri materiali.

Come applicare la colla vinilica

1 Applica uno strato di colla vinilica su entrambe le superfici da incollare, procedi con calma e senza fretta, non temere se inizia ad asciugarsi un po’, l’importante è procedere con precisione.

2 Posiziona i pezzi con calma e precisione e pulisci gli eccessi di colla.

3 Stringi i pezzi incollati saldamente con dei morsetti che tengano l’incollaggio in posizione per almeno 24 ore. Utilizza degli spessorini per non rovinare il mobile.

Alcuni consigli utili

Alternativa alla colla vinilica a freddo è la colla a caldo che viene applicata utilizzando un’apposita pistola. Basta collegare la pistola alla corrente e inserire nell’apposito foro il cilindretto di colla specifica. La pistola permette di applicare la colla con grande precisione, il forte calore scioglie la colla e la fa uscire dall’apposito foro.
Prima di procedere con un nuovo incollaggio è sempre importante procedere con la rimozione della vecchia colla, una leggera carteggiatura permetterà di preparare il materiale per il nuovo incollaggio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta