BRICOLAGE

Liberare scarichi e lavandini

LEGGI IN 2'

Capita periodicamente di dover intervenire per sbloccare lo scarico del lavandino. Gli scarichi si ostruiscono abbastanza facilmente a causa dei molti residui di cibo che sfuggono al nostro controllo e vanno a ostruire le tubature. La prima regola per evitare questo fastidioso lavoro sta proprio nel fare in modo che nello scarico scenda il minor numero possibile sostanze di difficile smaltimento, presta quindi attenzione e usa bene i filtri evitando assolutamente di smaltire sostanze dense e vischiose come grassi o altre sostanze solide.

Sbloccare il lavello

Prima di ricorrere alle maniere forti prova con i rimedi della nonna. Versa un bicchiere d’aceto nella tubatura e poi una pentola di acqua bollente. Versa poi un paio di manciate di sale grosso e subito dopo 50-60 grammi di bicarbonato di sodio. Lascia agire e quindi versa nuovamente dell’acqua bollente. Se ancora il lavandino non da segni di miglioramento è il momento di provare con una ventosa di gomma tradizionale: scegline una abbastanza grande da coprire completamente tutto il buco dello scarico. Il risucchio dovrebbe smuovere le sostanze che bloccano il normale deflusso dell’acqua.

Rimuovere il sifone

Se anche la ventosa non ha portato ai risultati sperati, dovrai staccare e rimuovere il sifone collegato al tubo di scarico. Metti un recipiente sotto il sifone per raccogliere l’acqua rimasta all’interno ed usa un piccolo gancio creato con il fil di ferro per penetrare in profondità nel tubo e smuovere i materiali bloccati. Questo, in genere, è sufficiente a liberare gli ingorghi che si formano lungo il tubo di scarico. Sciacqua il sifone in un altro lavandino prima di riporlo al suo posto.

Se il problema è più profondo

Se nonostante tutte queste operazioni lo scarico continua a non funzionare bene significa che il problema è da ricercarsi nel condotto interno. In questo caso la faccenda si complica, dovrai trovare lo scarico, che solitamente è chiuso con un piccolo tondino di metallo. Metti i guanti, asporta la griglia e metti la mano dentro. Attenzione che l’acqua sarà molto sporca e potrà fuoriuscire. Asporta l’acqua ed i materiali presenti nel pozzetto finché l’acqua non torna a defluire. Risciacqua bene con dell’acqua corrente. Pulisci bene anche la griglia prima di rimetterla a posto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta