PULIRE FACILE

Tappetino d’ingresso: come e quante volte va pulito

Il tappetino va pulito tutte le settimane e una volta al mese dovresti pensare a igienizzarlo in profondità. Lo devi vedere come una sorta di filtro tra casa tua e il mondo esterno. Se ti togli le scarpe tutte le volte che rientri, perché non devi pulire lo zerbino?
LEGGI IN 1'

Quando è stata l'ultima volta che hai pulito il tappetino di benvenuto? Se non ricordi la risposta, potrebbe voler dire che è passato parecchio tempo. Lo zerbino ospita – per primo-  ogni scarpa e zampa che sia mai entrata nella tua porta. Di conseguenza, è un filtro per tutto, dagli allergeni allo sporco stradale, dai pezzi di foglie in decomposizione alla pacciamatura. Se hai animali domestici, lo zerbino può persino ospitare zecche o pulci. Ci avevi mai pensato? Forse è tempo di non aspettare la pulizia delle scale per sbatterlo a dovere.

Pensa dunque al tuo tappetino come la tua prima linea di difesa per mantenere i tuoi pavimenti puliti e asciutti. Una pulizia regolare può garantire di ridurre al minimo lo sporco e i detriti. Quanto spesso dovresti pulirlo? Dovresti scuotere il tappetino per rimuovere lo sporco superficiale e magari batterlo una volta alla settimana. Fai una pulizia più profonda ogni mese.

Come fare? Investi in una spazzola a setole rigide e usala per sciogliere lo sporco intrappolato nelle fibre dello zerbino. Se possibile, appendi il tappetino sopra una staccionata e usa una scopa per spazzare via lo sporco allentato. A seconda del materiale con cui è fatto, non è una cattiva idea lavarlo con un prodotto apposito. Per i tappetini in tessuto, puoi usare anche una miscela di acqua tiepida e sapone per i piatti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione