GIARDINAGGIO

Come riutilizzare il terriccio dei vasi

Alla fine della stagione ci si ritrova sempre una sacco di terriccio vecchio che però non devi buttare, perché potrebbe esserti utile a primavera, sia per tappare buchi, sia per sistemare i letti delle fioriere sia per alimetare il compost.
LEGGI IN 2'

Quante volte ti è avanzato un sacchetto di terriccio o addirittura vasi interi. Cosa ne puoi fare? Lo devi conservare. Per quanto riguarda i contenitori svuotati, tienili in un luogo protetto durante l'inverno, soprattutto se la tua zona ha temperature rigide che possono spaccare i cocci. E prima di riutilizzare quei contenitori, assicurati che siano puliti.

Il vecchio terriccio può essere riutilizzato in cortile e giardino?

L'irrigazione e la pioggia rilasciano le sostanze nutritive in esso contenute e le piante le consumano man mano che crescono. La miscela vecchia può diventare compatta e riempirsi di radici. E a volte parassiti, malattie ed erbe infestanti possono prendere dimora, pronti a riemergere quando si ripiantano i vasi. Tuttavia, puoi rimediare a ciascuno di questi problemi e ottenere un altro uso dal tuo terriccio se non ti dispiace fare un po' di lavoro extra.

In genere va bene riutilizzare il terriccio sano per piante sane. Ma anche se le tue piante sembrano prive di problemi o se hai notato la comparsa di parassiti o malattie, è meglio sterilizzare il mix prima di riutilizzarlo per evitare di infettarle. In primo luogo, rimuovi eventuali radici, larve, foglie e altri detriti dal vecchio terriccio. Quindi, decidi il metodo migliore per bandire microbi e insetti.

Come si sterilizza? Puoi cuocerlo nel forno, in una teglia coperta con un foglio, a 180-200 gradi per 30 minuti, oppure metterlo nel microonde. Deve essere inumidito e coperto con ovviamente contenitori appositi. Riscalda a piena potenza per circa 90 secondi e lascialo raffreddare completamente prima di utilizzarlo.

Se non sei pronto per sterilizzare e rinfrescare il vecchio terriccio, puoi comunque utilizzarlo invece di buttarlo. Può essere scaricato direttamente dai tuoi contenitori e in letti e confini stabiliti. È utile per fare la base delle fioriere o riempire buchi o aree erose nel cortile. Può anche essere mescolato in pile di compost.

Il vecchio terriccio può aiutarti a risparmiare denaro per ciò che vogliono tutti i giardinieri: più piante.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione