FIGLI

Succo di frutta ai bambini, è un prodotto sano?

I succhi di frutta sono una bevanda molto comune e di largo consumo soprattutto tra i bambini, ma possono essere ricchi di tantissimo zucchero, sostanza che favorisce l'obesità e molte malattie cardiovascolari
LEGGI IN 2'

Quante volte hai allungato un succo di frutta al tuo bambino, pensando: “tanto è frutta”.  In realtà, non sostituirà mai un frutto intero, soprattutto se è industriale. Questo tipo di bevanda contiene così tanto zucchero che i benefici della vitamina C superano i rischi per la salute.

I bambini che consumano troppo zucchero non solo rischiano di passare l’iperattività, ma anche le carie, l’obesità, il colesterolo alto, l’ipertensione, il diabete di tipo 2 e altre malattie. Il tasso di obesità infantile è più che triplicato dagli anni '70 nei paesi occidentali e le bevande zuccherate sono tra i principali colpevoli.

In effetti, ci sono buone probabilità che i tuoi figli consumino molto più zucchero di quanto pensi. I genitori a volte pensano al succo come l'equivalente di una porzione di frutta. Purtroppo non è così, anzi.

Una singola dose di succo di frutta può contenere diversi cucchiaini di zucchero, soprattutto nel caso di succhi industriali. Se il tuo bambino lo beve più volte al giorno, finisce per accumulare troppo glucosio. In questo caso, quali sono le soluzioni? Prima di tutto, gli esperti sconsigliano di offrire cibi e bevande contenenti zuccheri aggiunti prima dei 2 anni. I bambini di età inferiore a un anno non dovrebbero bere succo di frutta, solo latte.

Dopo i 2 anni, la dose di zucchero aggiunto da non superare è di circa 10 cucchiaini. Inizia offrendo regolarmente acqua o latte. Se stanno chiedendo una bevanda zuccherata o una soda, puoi dare loro dell'acqua gassata con fette di frutta fresca per aggiungere un sapore naturale. E infine, se non hai scelta, assicurati di dare ai tuoi figli succo di frutta senza concentrato, con un minimo di zucchero o fatto in casa.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione