PRIMA INFANZIA

Risvegli notturni: come aiutare i bambini?

Quando non dorme un neonato, nessuno si spaventa. E' stancante ma difficilmente subentra una certa tensione. E' più faticoso quando il bambino dai 4 ai 7 anni perde il sonno e magari affronta incubi molto turbolenti.
LEGGI IN 2'

Ci sono bambini che dormono come ghiri dalla nascita e bimbi che imparano a dormire con il tempo. Quasi tutti, però, passano una fase, tipica della crescita, caratterizzata da risvegli notturni, spesso associati a incubi e a quelli che vengono definiti terrori notturni.

Che cosa succede? Il piccolo potrebbe venire a cercarti nel cuore della notte, potrebbe anche urlare, piangere disperato, respirare in modo accelerato. Fai molta attenzione perché se è nel pieno dei terrori, potrebbe non lasciarsi avvicinare.

Che cosa devi fare? Prima di tutto mantieni la calma. Essere svegliati così è traumatizzante, ma non devi farti prendere dal panico e gridare anche tu o cercare di svegliarlo. Potrebbe rimettersi a dormire da solo e non ricordare nulla al mattino. Se invece è il piccolo a svegliarsi, allora rassicuralo, coccolalo e fallo sentire protetto.

Questi fenomeni fanno parte del normale sviluppo del bambino e dovrebbero risolversi da sole. Quello che però è importante è cercare di capire se nella vita del piccolo è cambiato qualcosa, qualcosa che potrebbe disturbare il suo riposo.

Quali sono gli eventi che contano? Per esempio, la nascita di un fratello o la mamma che è in attesa, l’inizio della scuola, uno spavento, ha perso un peluche cui teneva tanto, ha tolto il pannolino o è chiuso in casa da troppo tempo a causa della pandemia. Non deve essere per forza qualcosa di drammatico, ma deve rappresentare un cambiamento. Poi parlane con il pediatra. Chiedi consiglio a un esperto. Forse ci sono delle strategie che puoi mettere in atto che possono migliorare il suo riposo e anche il tuo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta