FIGLI

Quando bisogna consultare uno psicologo infantile?

LEGGI IN 2'

Alcuni disagi vanno curati fin dalla primissima età. Il problema, per un genitore, è non scambiare il disagio per un semplice capriccio e rivolgersi a un esperto. Talvolta a scatenare la sofferenza di un bambino possono essere la nascita di un fratellino, la separazione dei genitori o una difficoltà di relazione all'asilo. A che età possono apparire i disturbi dei bambini che richiedono il parere di uno specialista? In realtà da subito.

Spesso alla nascita si manifesta con l'insonnia, poi quando il bimbo cresce, verso i due anni, possono insorgere gli incubi. I sintomi a 4 anni sono terrori notturni frequenti, incontinenza urinaria o fecale e l'iperattività. Alla fine della scuola materna, invece, fai attenzione ai disturbi del linguaggio. Prima di 4 anni, non c'è bisogno di consultarsi perché il tuo bambino parla male (tranne il parere del pediatra): a ciascuno il suo ritmo di sviluppo. In effetti, alcuni bambini sono più precoci di altri nell'apprendimento.

Se, dopo questa età, persistono disturbi della lingua (scarsa pronuncia o scarso vocabolario), è necessaria una rieducazione con un logopedista. Viene anche proposto in caso di balbuzie. Non è necessariamente accompagnato da psicoterapia.

Se il tuo bambino mangia poco, a patto che la sua curva del peso stia crescendo costantemente, non ti preoccupare - potrebbe avere semplicemente poco appetito. Ma se si rifiuta di aprire la bocca, se sputa e vomita quando è costretto a mangiare, bisogna prima di tutto parlarne con il pediatra, che prima cerca una causa organica (problema digestivo , contagioso ...), prima possibilmente stabilire una diagnosi di anoressia nervosa. In questo caso, diventa molto importante trovare la causa. Attenzione anche se il bambino somatizza: problemi digestivi, eczema, mal di testa ricorrenti o asma possono essere causati da un problema psicologico.

La manifestazione fisica è quindi l'espressione di una difficoltà psichica. A scuola il tuo piccolo tende a isolarsi? È violento? Lascia andare la tua mano nei negozi e si perde negli scaffali? Quando queste situazioni sono eccezionali, non devi preoccuparti. Tuttavia, se questo accade molto spesso o se l'insegnante si lamenta che il tuo bambino morde i suoi compagni di classe o si rifiuta di seguire regole e indicazioni, l'intervento di uno specialista è essenziale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione