2019/12/08 11:10:3942965
2019/12/08 11:10:407366

FIGLI

Quando bisogna consultare uno psicologo infantile?

I disturbi psichiatrici possono manifestarsi fin da subito. Un neonato insonne che non vuole dormire o un bambino di 4 anni che non mangia possono nascondere un problema che va affrontato con l'aiuto di un esperto.
LEGGI IN 2'

Alcuni disagi vanno curati fin dalla primissima età. Il problema, per un genitore, è non scambiare il disagio per un semplice capriccio e rivolgersi a un esperto. Talvolta a scatenare la sofferenza di un bambino possono essere la nascita di un fratellino, la separazione dei genitori o una difficoltà di relazione all'asilo. A che età possono apparire i disturbi dei bambini che richiedono il parere di uno specialista? In realtà da subito.

Spesso alla nascita si manifesta con l'insonnia, poi quando il bimbo cresce, verso i due anni, possono insorgere gli incubi. I sintomi a 4 anni sono terrori notturni frequenti, incontinenza urinaria o fecale e l'iperattività. Alla fine della scuola materna, invece, fai attenzione ai disturbi del linguaggio. Prima di 4 anni, non c'è bisogno di consultarsi perché il tuo bambino parla male (tranne il parere del pediatra): a ciascuno il suo ritmo di sviluppo. In effetti, alcuni bambini sono più precoci di altri nell'apprendimento.

Se, dopo questa età, persistono disturbi della lingua (scarsa pronuncia o scarso vocabolario), è necessaria una rieducazione con un logopedista. Viene anche proposto in caso di balbuzie. Non è necessariamente accompagnato da psicoterapia.

Se il tuo bambino mangia poco, a patto che la sua curva del peso stia crescendo costantemente, non ti preoccupare - potrebbe avere semplicemente poco appetito. Ma se si rifiuta di aprire la bocca, se sputa e vomita quando è costretto a mangiare, bisogna prima di tutto parlarne con il pediatra, che prima cerca una causa organica (problema digestivo , contagioso ...), prima possibilmente stabilire una diagnosi di anoressia nervosa. In questo caso, diventa molto importante trovare la causa. Attenzione anche se il bambino somatizza: problemi digestivi, eczema, mal di testa ricorrenti o asma possono essere causati da un problema psicologico.

La manifestazione fisica è quindi l'espressione di una difficoltà psichica. A scuola il tuo piccolo tende a isolarsi? È violento? Lascia andare la tua mano nei negozi e si perde negli scaffali? Quando queste situazioni sono eccezionali, non devi preoccuparti. Tuttavia, se questo accade molto spesso o se l'insegnante si lamenta che il tuo bambino morde i suoi compagni di classe o si rifiuta di seguire regole e indicazioni, l'intervento di uno specialista è essenziale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Notice: unserialize(): Error at offset 45 of 48 bytes in variable_initialize() (line 1202 of /localstorage/donnad.prod.h-art.it/releases/20191204145458/includes/bootstrap.inc).

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione