PRIMA INFANZIA

Quando il bambino non avrà più bisogno di fare il pisolino?

Verso i 4 anni la maggior parte dei bambini smette il tradizionale pisolino e molte volte insistere per farlo dormire non è d'aiuto, ma anzi rende l'atmosfera più nervosa e alimenta i capricci.
LEGGI IN 2'

Il pisolino è una benedizione per tutti i genitori e guardano con apprensione a quel giorno in cui il bimbo comunicherà di non voler più dormire la sera.  Ogni bambino è diverso, ma potresti scoprire che il tuo piccolo inizia già a ridurre il tempo del sonnellino tra il primo e il secondo anno di vita. Crescendo ha molta più energia da bruciare, quindi il pisolino di mezzogiorno è spesso la spinta in più di cui ha bisogno per arrivare in camera da letto con meno capricci ma, purtroppo, all'età di quattro anni, il tuo bambino avrà probabilmente smesso del tutto.

Come fai a sapere quando il tuo bambino non ha più bisogno di dormire?

Quando per esempio ti dice che non vuole dormire (anche se dormono profondamente nel momento in cui la loro testa tocca il cuscino). Altri segnali è la fatica ad addormentarsi la sera. Il motivo? Ha già riposato durante il giorno. Ne vale la pena farlo dormire per poi fare le ore piccole dopo?

Tra le altre cose potrebbero esserci la sveglia alle prime luci dell'alba. Inoltre, può causare capricci, stanchezza eccessiva e può essere difficile per il tuo bambino adattarsi alla nuova routine. Non forzarlo quindi a dormire se non vuole, ma cerca nuovi ritmi. Per esempio, al pomeriggio potresti leggere qualcosa con lui. È un’attività rilassante per entrambi, ma non implica la nanna.

In alternativa, potresti fargli guardare un po’ di tv. Ovviamente deve essere un tempo definito e non bisogna esagerare, ma sicuramente può aiutarlo a riposare e magari dà a te il tempo per fare le tue cose.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta