VISO E CORPO

Pulizia del viso: come usare l'olio indiano o quello di ricino per eliminare i punti neri

LEGGI IN 2'

Per una pulizia del viso profonda, in grado di eliminare tracce di trucco nascoste, cellule morte e i tanto odiati punti neri, è necessario utilizzare i giusti prodotti. Posto che il primo step, per rendere la beauty routine più efficace, è senza dubbio quello di dilatare i pori con il vapore caldo, per asportare poi dall'epidermide ogni traccia di sporcizia, ci possiamo affidare invece agli oli.

I più efficaci sono quello indiano, da sempre utilizzato per questi rituali di bellezza e l'olio di ricino, spesso usato in sostituzione del primo perché meglio accettato dalle pelli sensibili. La differenza sostanziale fra i due è infatti che quest'ultimo è sempre naturale, in quanto derivato dall'omonima pianta, mentre quello indiano è un olio misto, tendenzialmente minerale, con una composizione che cambia a seconda della marca.

Qualunque sia la nostra scelta, dotiamoci di dischetti di cotone, di una fascia per capelli, per evitare che le ciocche ci rendano il lavoro di pulizia del viso più arduo e di una spugnetta, utile ad eliminare ogni traccia di olio quando avremo finito con il nostro rituale di bellezza.

L'olio indiano o quello di ricino, andranno usati sul viso pulito. Il procedimento corretto per facilitare le operazioni di pulizia più profonda è di lavare la faccia con del latte detergente per eliminare il grosso delle impurità, poi fare dei suffumigi con acqua calda per aprire i pori.

A questo punto tamponiamo il viso con una salvietta per togliere l'umidità e versiamo un po' di olio su un dischetto di cotone, picchiettando poi sulla pelle. In questa prima fase non dobbiamo strofinare, ma solo far assorbire il prodotto per qualche secondo.

Con il secondo passaggio del batuffolo inizieremo invece la pulizia vera e propria, muovendo il dischetto in maniera circolare e insistendo soprattutto nelle zone critiche, dove ci sono i punti neri. Avremo bisogno di almeno 3-4 dischetti imbevuti di olio per un lavoro fatto bene.

La pulizia sarà completa quando l'ultimo pad di cotone risulterà pulito. A quel punto potremo sciacquare il viso con acqua tiepida, eliminando l'olio rimasto sul viso con l'aiuto di una spugnetta. Se abbiamo la pelle sensibile preferiamo invece asportare i residui con una velina inumidita con un tonico o un'acqua distillata alle rose.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta