HAIR STYLE

Le 5 peggiori tendenze capelli della storia

LEGGI IN 2'

Se vuoi cambiare taglio di capelli, è importante non fare mai una scelta avventata. È vero, ricrescono ma possono volerci diversi mesi. Un’altra cosa importante è valutare sempre la gestione del capello (considerando quindi la consistenza e i difetti, come le rose). Infine, guarda al passato ed evita alcune tendenze tremende.

Permanente. Secondo un sondaggio condotto dai saloni Great Clips, la permanente è considerata una delle peggiori tendenza da donna. Se decenni fa, ti sei dilettata con questa soluzione, probabilmente adesso sarai d’accordo. Non è tanto il risultato estetico, ma i danni ai capelli ad aver lasciato in lacrime un paio di generazioni.

Rasato ai lati e lungo davanti e dietro. Questo taglio è stato anche chiamato triglia e cefalo ed è una delle manie degli anni 80. Si spera davvero che sia un look che non tornerà mai più di moda e probabilmente passerà alla storia come il peggior taglio del mondo.

Chignon da uomo. Ha avuto il suo momento, ma quel momento è passato da tempo. Secondo uno studio del 2016 sulle preferenze delle donne sulle piattaforme di appuntamenti Tinder, Bumble e Happn, gli chignon da uomo sono risultati l'acconciatura meno attraente.

Taglio donna asimmetrico. Certo, Victoria Beckham , che ha avuto una trasformazione straordinaria dai tempi delle Spice Girls , è riuscita a farcela, ma non è così per tutti. Sebbene questo stile di taglio possa funzionare con una varietà di trame di capelli, i tagli asimmetrici sono più adatti per capelli lisci e lisci. Richiedono anche tagli più frequenti rispetto ad altri tipi di acconciature, come i bob smussati. Tutti questi fattori combinati portano a una tendenza capelli ad alta manutenzione.

Taglio a scodella. Negli anni '70, la pattinatrice olimpica Dorothy Hamill fece conoscere al mondo un'acconciatura nota come "cuneo". A quel tempo, Hamill non aveva idea che questo stile a cuneo sarebbe diventato così famoso. E così detestato.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta