PSICOLOGIA

Che cos’è la paura patologica della solitudine

Il terrore di stare da soli, di non avere qualcuno da cui dipendere, si può trasformare in una paura patologica, nota come autofobia. Quali sono i sintomi e come si manifesta? Ecco quando devi iniziare a preoccuparti.
LEGGI IN 2'

Stare da soli può fare paura. Quando la solitudine non è una scelta, può diventare soffocante. Ti è mai capitato? Ci sono persone che non riescono a stare a casa se non hanno qualcuno vicino e preferiscono camminare senza meta in strada o chiudersi in un bar per avere la sensazione di essere vicini a qualcuno, anche a uno sconosciuto.

Questa paura si chiama autofobia e nota anche come eremofobia, monofobia o isolofobia. È una fobia dell'isolamento, dell'egocentrismo e dell'ignoranza. Le persone con autofobia non devono necessariamente essere fisicamente sole per manifestare i sintomi.

Il termine autofobia deriva dalla parola "auto" (che significa sé) e dalla parola "fobia" (che significa paura). In senso letterale, quindi, l'autofobia è quando le persone hanno paura di se stesse. Stare soli quindi vuol dire stare con sé.

Qual è la differenza tra autofobia e solitudine?

L'autofobia non equivale a sentirsi soli. Molte persone sperimentano la solitudine quando non hanno abbastanza interazione sociale o mancano di relazioni significative. Alcune persone possono persino sentirsi sole quando sono in una stanza con altre persone. Sentirsi tristi per questi motivi è abbastanza razionale e diverso dall'esperienza dell'autofobia. L'autofobia è un'ansia irrazionale e grave, innescata dall'idea del tempo trascorso da solo o senza una persona specifica che influisce sulla capacità di una persona di svolgere attività quotidiane.

I sintomi dell'autofobia

un senso di condanna imminente
paura che un intruso possa entrare
sensazione di non respirare bene
sensazione di dover svenire o morire
pensieri annebbiati
sensazione di dover scappare e cercare compagnia
vertigini
malessere
tachicardia
tremore

L'esperienza dell'autofobia può portare a fare di tutto per di evitare di essere soli. I malati cercano compagnia e fanno di tutto, anche a livello pratico, per trattenere le persone. Inoltre, rischiano di essere così morbose da un essere mai indipendenti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta