BELLEZZA

Oli essenziali, quali usare sulla pelle?

Curarti con gli oli essenziali è sicuramente un ottimo rimedio per prenderti cura naturalmente della tua pelle, devi fare però molta attenzione perché possono essere irritanti e avere effetti collaterali poco piacevoli. Quali si usano?
LEGGI IN 1'

È abbastanza risaputo che gli oli essenziali possono irritare la cute, eppure alcuni si possono applicare anche sulla pelle. Possono essere utilizzati per curare un taglio, un’infezione, una micosi o un morso di insetto.  In linea di massima si consiglia, se devi effettuare un massaggio, di diluirne un paio di gocce con un olio vettore, che può essere un olio vegetale commestibile (come l’olio extravergine) o un olio cosmetico (quello di Argan).

Oli essenziali consigliati sulla pelle

  • Relax: lavanda, arancio amaro, ylang-ylang.
  • Tensioni muscolari: wintergreen, rosmarino, elicriso.
  • Per la circolazione: cipresso sempre verde .
  • Contro i dolori articolari: wintergreen, eucalipto.
  • Per lenire le irritazioni cutanee: lavanda e camomilla.

Per un massaggio rilassante su una vasta area, la diluizione è al 5%, quindi 5% di olio essenziale più il 95% di olio vegetale, ovvero circa 40 gocce (1,5 ml) per una bottiglia da 30 ml di olio vegetale.

Per dolori muscolari e articolari: diluizione è al 10%.

Per il trattamento delle vene varicose , stasi linfatica: diluizione al 20%.

Oli essenziali vietati sulla pelle

Ci sono poi molti oli essenziali irritanti e ossidanti, come il limone, l’arancio amaro o il bergamotto. Sono sconsigliati anche tutti gli oli dermocaustici: cannella, chiodi di garofano, origano compatto, santoreggia, timo timolo, ecc.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione