LAVANDERIA

Come lavare le mascherine di stoffa

LEGGI IN 2'

Le mascherine protettive sono un valido aiuto per il contenimento di malattie respiratorie infettive, creando un filtro che protegge chi le indossa o chi gli sta vicino, a seconda del modello usato. Le mascherine chirurgiche classiche o quelle di stoffa sono in assoluto le più usate e fanno in modo che una persona infetta non sparga saliva e droplet in giro.

Ma questo tipo di dispositivo è anche utile per arginare lo smog o gli allergeni presenti nell’aria, tanto che nelle grandi metropoli sono in molti a portarle sul viso. Come le persone che soffrono di allergie stagionali a pollini e graminacee, che si possono avvalere delle mascherine in tessuto per evitare l’accesso delle sostanze irritanti alle vie respiratorie.

Usare le mascherine di stoffa è quindi sia un gesto altruistico quando si è malati e si è costretti a stare in mezzo alle altre persone, ma anche amico della propria salute, in particolare per limitare polveri e inquinamento. Tutto bello e molto giusto, ma è bene ricordarsi di lavare queste protezioni in modo regolare per mantenerle sempre salubri.

Se ci stiamo chiedendo ogni quanto andrebbero igienizzate, la risposta non è univoca, in quanto dipende da quanto le utilizziamo. In linea di massima una volta a settimana potrebbe bastare, ma se le teniamo spesso indosso e frequentiamo ambienti inquinati o con grande quantità di persone, magari è necessario disinfettarle anche più spesso.

Per lavare le mascherine di stoffa possiamo usare sia la lavatrice sia una tinozza per il bucato a mano. Nel primo caso chiudiamole in una federa e facciamo andare il macchinario con il detersivo classico e con un programma dai 40° ai 60° a mezzo carico, ricordando che le alte temperature uccidono più germi e batteri e il cotone robusto le sopporta anche bene. Gli additivi igienizzanti sono consigliati, ma non obbligatori se si lava a min. 60° C con programmi dalla mezz'ora in poi.

Allo stesso modo possiamo lavarle a mano lasciandole in ammollo in acqua calda con un tappino di igienizzante o candeggina e uno del classico detersivo. Dopo un ammollo di almeno 30 minuti, se dovesse esserci qualche macchia, come quelle di trucco, strofiniamo per eliminarle e poi sciacquiamo abbondantemente sotto il rubinetto.

Lasciamo asciugare all’aria e al sole o in asciugatrice ad alta temperatura, per un’ulteriore azione disinfettante delle nostre mascherine protettive.

Fonti | HuffingtonPost; AltroConsumo

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta