VITA DI COPPIA

Vaginosi batterica: cos'è, sintomi, cure e cause

LEGGI IN 3'

Vaginosi batterica: cos'è?

La vaginosi batterica è un’infezione femminile dovuta alla proliferazione di alcuni batteri che alterano il normale ecosistema vaginale. Il nome di questo batterio che attacca la flora della donna deriva dal dottore che l’ha scoperto – il medico Garner - ed è appunto il Gardnerella Vaginalis. Per la vaginosi batterica i sintomi sono quelli comuni a molte altre infezioni intime femminili, ma non è difficile da riconoscere. I sintomi più caratteristici sono delle perdite vaginali – anche abbondanti – con un odore sgradevole. Possono essere bianche o grigie e, a volte, sono piuttosto fluide, soprattutto dopo un rapporto sessuale. Alcune donne accusano solo un forte dolore quando urinano, mentre la maggior parte sente un fastidioso e continuo prurito ai genitali esterni durante tutto il giorno.

Vaginosi batterica: cause

La causa scatenante di quest’alterazione della flora batterica non è ancora del tutto chiara. Sembra però che dei comportamenti - più di altri - favoriscano l’infezione. Alcune lavande vaginali troppo aggressive possono – ad esempio - alterare il ph vaginale e causare l’aumento dei batteri cattivi presenti nell’apparato femminile. Anche a seguito di un rapporto sessuale con un partner nuovo si può sviluppare la vaginosi batterica; anche se la scienza non sa ancora spiegare perché e in che modo avvenga. Non lavarsi le mani prima dell’igiene intima potrebbe essere un altro comportamento scorretto, che aumenta la possibilità di contrarre questa patologia. Può capitare di contrarre la vaginosi batterica anche venendo a contatto con l’asse del WC contaminato.

Vaginosi batterica: cura

Spesso la vaginosi batterica può passare senza nessuna cura, ma è sempre meglio fare una visita medica specialistica per avere una corretta diagnosi. Molto spesso la vaginosi batterica è curata con una terapia antibiotica - prescritta da un medico – a base di metronidazolo o clindamicina. Anche le donne in gravidanza possono assumere questi antibiotici, ma solo sotto stretto controllo del proprio medico curante, che saprà indicare il dosaggio preciso. Nel caso di vaginiti micotiche – oltre alle cure per bocca - esistono anche delle pomate da mettere localmente per ridurre il senso di prurito e disinfettare la zona. Evita cure fai da te e segui la terapia prescritta dal tuo medico, senza interromperla se i sintomi sembrano attenuarsi.

Per quanto riguarda la prevenzione, non usare mai spray igienizzanti, saponi o talchi profumati perché potrebbero alterare il tuo normale ph vaginale e creare irritazioni alle mucose. Scegli sempre biancheria composta da tessuti naturali ed evita quella sintetica per lasciar respirare le parti intime. Anche i jeans e i pantaloni troppo stretti possono favorire la comparsa di vaginiti perché trattengono l’umidità e il calore: i luoghi preferiti dai batteri.

Curare la vaginosi batterica con rimedi naturali è possibile, se è in forma lieve: chiedi sempre un parere del medico e fai prima i dovuti accertamenti eventualmente prescritti. Se la diagnosi riscontra che hai la vaginosi batterica, allora puoi fare dei lavaggi naturali mettendo 2-3 cucchiaini di Tea Tree Oil nell’acqua del bidet. Quest’olio è un potente antibatterico naturale che può aiutarti anche a contrastare il cattivo odore delle secrezioni grazie alla sua capacità disinfettante. Se ti piace il sapore, puoi diluire due cucchiaini di fieno greco in un bicchiere d’acqua e lasciarlo in infusione per tutta la notte. Bevilo appena sveglia - a stomaco vuoto – perché oltre che per la vaginosi batterica è perfetto per bilanciare gli ormoni e regolare il ciclo mestruale. Compra anche un olio arricchito con estratti di calendula e fai degli impacchi sulla zona intima con un panno morbido imbevuto d’acqua calda. La calendula dà sollievo contro il prurito e diminuisce l’infezione batterica.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Maria rosaria

mi interessa ho spesso questi problemi,consigli che seguirà

3 anni fa

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione