IDEE IN CUCINA

Sapori d'estate con il sale aromatizzato

LEGGI IN 4'

Lo usi tutti i giorni per insaporire i piatti che stai preparando dalla semplice insalata, alla tagliata di carne, al pesce al cartoccio o la classica pastasciutta, ma in commercio (nei negozi di gastronomia, in alcune macellerie o nelle botteghe specializzate) oltre al sale grosso o fine puoi trovare una infinita varietà di sale aromatizzato od integrato con altri ingredienti per entrare in armonia con le pietanze, ma anche con il tuo organismo.

SALE DELL'HIMALAYA - Il salgemma cristallino himalayano halite è il più puro tra i sali in commercio poiché proviene dai giacimenti formatisi 250 milioni di anni fa nella catena montuosa più alta del mondo quando nell'era preistorica una parte dell'oceano rimase intrappolato nella roccia. Dal caratteristico colore rosa questo sale contiene un vasto spettro di oligoelementi che hanno riconosciute qualità salutari. Non copre il sapore dei cibi, ma riesce a dare sapore senza salare. Non subisce trattamenti industriali in quanto viene raccolto a mano.

FLEUR DE SEL (Fiore di sale) - è il sale marino naturale al 100% senza l'aggiunta di additivi. Il 'Fiore del sale' è composto da cristalli salini superiori che si formano nelle piscine naturali non inquinate e può avere origini geografiche diverse. I cristalli hanno la forma di un fiore, un alto contenuto di iodio ed una purezza superiore dovuta al fatto che il sale proviene da acque pure e limpide. Il più pregiato è il Fleur di sel Guérande dell'Atlantico francese denominato anche 'il caviale del sale'; dal colore bianco candido, è un tipo di sale marino artigianale che raccoglie la brina dei leggeri cristalli che si formano naturalmente nelle saline di questa parte della Francia.

SALE DANESE AFFUMICATO - si ottiene dopo un lungo lavoro di affumicatura avvenuta con legno di quercia o di olmo rosso seguendo un'antica ricetta danese. E' indicato per accompagnare molteplici pietanze come la pasta alla carbonara, le uova, la zuppa o le patate.

BLACK LAVA- è il sale che si ottiene dopo aver fatto evaporare l'acqua del mare che si trova nei pressi delle isole vulcaniche delle Hawaii. Viene combinato con il carbone vegetale che gli conferisce il caratteristico colore nero dall'aspetto vellutato. E' utilizzato in particolare per esaltare il sapore del pesce crudo nelle ricette giapponesi del sushi e sashimi ma anche per decorare il bordo del bicchiere nella preparazione del famoso cocktail 'margarita'.

SALE INTEGRALE - è il sale che nasce dall'evaporazione dell'acqua del mare e lasciato allo stato grezzo. Questo tipo di sale può avere l'aspetto differente dal comune sale da cucina in quanto risulta più o meno opaco e di colorazione grigiastra. Essendo più granuloso di quello tradizionale è adatto per essere aggiunto alle pietanze durante la cottura poiché si scioglie rapidamente oppure può essere tritato più sottilmente con un 'macina-pepe'. E' molto ricco di magnesio e di iodio ed ha un sapore intenso.

SALE IODATO - il comune sale grosso e fino si trova in commercio anche arricchito con iodio. Questo elemento è indispensabile per il nostro fisico in quanto aiuta il buon funzionamento della ghiandola tiroide che regola i nostri processi metabolici. Se hai problemi di salute legati a questa ghiandola compra sempre il sale arricchito con iodio, ma non superare le dosi quotidiane di sale, lo iodio si trova anche in altri alimenti come il pesce, il riso integrale, le uova, i funghi freschi e le carote.

Il sale deve essere aggiunto ai cibi con parsimonia soprattutto nei soggetti che soffrono di pressione alta o di ritenzione idrica che in questo caso potrebbero, dopo aver consultato il parere del medico, usare il sale iposodico nel quale il cloruro di sodio è sostituito con quello di potassio. In media ogni persona deve utilizzare non più di 3,5 grammi di sale al giorno pari ad un cucchiaino scarso, quindi è necessario non mangiare troppi cibi in salamoia o salati in superficie come i crackers o le patatine che incrementano l'introduzione di sale nell'organismo.

VUOI PREPARARE DA SOLA IL SALE AROMATIZZATO? ECCO COME DEVI PROCEDERE:

Ti serve del sale grosso e degli aromi a tua scelta tra rosmarino, salvia, maggiorana, erba cipollina presi singolarmente oppure tutti insieme. Metti il sale grosso e gli aromi scelti, privati delle parti legnose, nel frullatore e fai andare alla massima potenza. Dopo circa un minuto spegni e metti il contenitore nel congelatore in quanto gli oli essenziali che fuoriescono dalle erbe frenano il processo. Aspetta cinque minuti e poi completa la triturazione. Metti il composto in un vasetto di vetro ed utilizzalo per condire carni, arrosti patate e verdure grigliate. Per insaporire il pesce al posto degli aromi frulla insieme al sale grosso delle scorze di limone e di arancio biologiche.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta