IDEE IN CUCINA

Mangiare biologico

LEGGI IN 1'

Il termine "agricoltura biologica" indica un metodo di coltivazione e di allevamento che ammette esclusivamente l'impiego di sostanze naturali, presenti cioè in natura, escludendo qualunque utilizzo di sostanze di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi). L'agricoltura biologica è un metodo di produzione definito dal punto di vista legislativo sia a livello comunitario che a livello nazionale.

Agricoltura biologica, significa però anche un sistema di produzione che eviti lo sfruttamento indiscriminato delle risorse naturali, mirando a garantire un modello di sviluppo che possa protrarsi nel tempo. Inoltre un altro punto su cui è necessario fare chiarezza è che l’agricoltura biologica non ammette l’impiego degli OGM organismi geneticamente modificati.

Come fare a riconoscere i prodotti biologici? Attraverso l’etichetta, che deve obbligatoriamente riportare:

  • nome dell’organismo di controllo autorizzato e il suo codice, preceduto dalla sigla IT

  • codice dell’azienda controllata

  • numero di autorizzazione (sia per i prodotti agricoli freschi che trasformati)

  • la dicitura “organismo di controllo autorizzato con D.M. Mi.R.A.A.F. n… del … in applicazione del Reg. CEE n.2092/91”

    Sono invece facoltativi:

  • l’indicazione “Agricoltura biologica-Regime di controllo CE”

  • il marchio europeo

    Esistono tre tipi di prodotti biologici, a seconda che abbiano almeno il 95% degli ingredienti provenienti da agricoltura biologica, il 70% degli ingredienti provenienti da agricoltura biologica (in questo caso il riferimento all’agricoltura biologica non si potrà fare nella denominazione di vendita, ma solo nell’elenco degli ingredienti), o prodotti in conversione, per i quali è obbligatoria la dicitura “prodotto in conversione all’agricoltura biologica”.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione