IDEE IN CUCINA

Le ricette dell'Oriente

LEGGI IN 2'

Le alghe sono un alimento molto utilizzato nella cucina giapponese per dare sapore e sostanza a zuppe ed insalate. Da sole offrono al nostro organismo fibre, vitamine ed oligoelementi. Ora anche l'Italia ha scoperto la qualità di questo cibo esotico, per utilizzarle al meglio ti suggeriamo i tipi più comuni e le ricette più gustose e semplici.

ALGA WAKAME - è un'alga di colore bruno ricca di potassio, calcio, magnesio, ferro, sodio e cloro. E' molto utile anche come antivirale, antinfiammatorio e antitumorale.

La ricetta: bagna il Wakame nell'acqua, strizzala e uniscila all'insalata composta da cetrioli, gamberetti, calamari e polipi. Condisci con succo di limone ed olio di oliva.

ALGA KOMBU - quest'alga bruna contiene moltissimo iodio che aiuta il metabolismo, ma anche calcio, ferro e magnesio. Grazie all'acido alginico, presente in grandi quantità, l'alga aiuta la risoluzione di disturbi legati alla colite e mantiene depurato l'intestino.

La ricetta: taglia un quadrato di alga Kombu in strisce e aggiungile alla minestra che abbia come ingredienti un filetto di pesce (orata o branzino), una julienne di carote e zucchine, qualche foglia di spinaci, del limone, vino bianco, olio di oliva e sale.

ALGA NORI - la Nori è un'alga rossa ricca di Omega 3, un componente che favorisce la diminuzione del colesterolo. Questa alga aiuta la digestione e l'assimilazione delle proteine. Contiene importanti percentuali di vitamina C e B12 e di betacarotene.

La ricetta: l'alga Nori si presta a molti utilizzi, può essere tagliata a fette, scottata alla fiamma e arrotolata attorno ad un formaggio saporito, fritta con o senza pastella, aggiunta al pesce oppure cosparsa su riso o sulla pasta ai frutti di mare al posto del prezzemolo.

ALGA HIJIKI - questo tipo di alga bruna è ricca di minerali, in particolare calcio, e di oligoelementi che tengono sotto controllo gli zuccheri nel sangue. La presenza della fucoxantina la rende particolarmente indicata per coloro che hanno bisogno di ridurre il grasso corporeo.

La ricetta: prima immergi l'alga nell'acqua per reidratarla poi strizzala e saltala in padella con un po' d'olio di oliva e della salsa di soia. Unisci al composto delle carote, dei funghi, dei pezzetti di pollo, qualche gamberetto o calamaro.

Coloro che non amano il gusto delle alghe possono approfittare delle loro proprietà benefiche utilizzando gli integratori :

  • l'alga Klamath rinforza il sistema immunitario poiché agisce sul sistema nervoso.
  • l'alga Chlorella riduce lo stress grazie al suo potere detossicante
  • l'alga Astaxantina migliora la memoria e la vista grazie al potere antiossidante
  • l'alga Kelp stimola il metabolismo poiché contiene un'elevata quantità di iodio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione