IDEE IN CUCINA

La soia: un alimento da scoprire

LEGGI IN 2'

La soia è un legume ricco di proteine (ne contiene circa il 40 %) ed è quindi un valido sostituto per l'introduzione della proteina animale che troviamo abitualmente nella carne.

La presenza di grassi insaturi, di fitosteroli e di isoflavonoidi, insieme all'alto valore nutrizionale, offre capacità antinfiammatorie, antiossidanti (contro i radicali liberi), cardioprotettiva e benefiche contro i malesseri della menopausa: le donne che entrano in questo delicato periodo della loro vita, ma anche quelle che vogliono agire con un'azione preventiva, dovrebbero consumare la soia 2/3 volte la settimana. E' sufficiente introdurre 10 grammi di proteine di soia a porzione: 10 grammi sono equivalenti, per esempio, a 30 grammi di fagioli secchi o a 80 grammi di tofu bianco (il formaggio prodotto con il latte di soia).

In commercio troviamo la soia al naturale o in molti altri derivati:

·         latte di soia

·         tofu (formaggio di soia)

·         miso (pasta di soia fermentata)

·         condimenti : l'olio di soia, shoyu  e tamari (salsa di soia)

·         lecitina di soia

·         farina e fiocchi di soia

·         carne di soia (hamburger, polpette vegetali)

·         germogli di soia (la versione più leggera perché ricca di acqua)

Anche per la soia, come per tutti gli altri cibi vegetali, vale il principio per cui l'alimento è salutare tanto più viene consumato vicino al proprio stato naturale: è meglio quindi mangiare i fagioli cotti piuttosto che il tofu, oppure consumare il tofu piuttosto dell'hamburger vegetale. Per ottenere il maggior beneficio da questo legume è bene metterlo in tavola con moderazione e variandone la scelta.

Per gustare al meglio la soia fresca è utile lasciare il legume in ammollo in acqua per almeno una giornata intera e cambiare l'acqua di frequente. Successivamente la soia va cotta, per almeno due ore, in modo da eliminarne le sostanze che ostacolerebbero l'assorbimento dei nutrienti e quelle che producono i fastidiosi gonfiori addominali. La soia si conserva in un luogo fresco e buio poiché se viene a contatto con la luce si deteriora facilmente.

Ecco qualche suggerimento per utilizzare in cucina la soia ed i suoi derivati:

-          con il latte di soia puoi preparare budini, besciamella, frullati oppure berlo al naturale

-          il tofu può essere aggiunto a pezzetti nelle insalate o nel passato di verdura

-          i fagioli di soia si trovano in commercio in diversi tipi: prova a consumarli insieme ad altri cereali come l'orzo, il farro o il miglio

-          la farina di soia è un ottimo sostituto della farina di grano per chi ha problemi di celiachia. Puoi utilizzarla nell'impasto per preparare crepe, gnocchi o dolci

-          gli spaghetti di soia sono ricchi di magnesio e sono ottimi con i condimenti classici (ragù o pomodoro).

Recenti studi hanno dimostrato che l'utilizzo dei principi attivi della soia nella cosmetica porta a risultati stupefacenti. La crema per il viso prodotta con l'aggiunta dei principi attivi della soia riduce in maniera naturale e non aggressiva la iper-pigmentazione della pelle dovuta a pelle invecchiata o a gravidanza, inoltre dona alla pelle elasticità ed idratazione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione