VIAGGI

Festa dei morti, un viaggio nei rituali di tutto il mondo

LEGGI IN 3'

La festa dei morti si celebra in tutto il mondo? In Italia il 2 novembre, come da calendario della Chiesa Cattolica, si ricordano tutti i morti. È il giorno dopo Ognissanti, il giorno dedicato invece ai santi, che cade ogni anno il primo giorno di novembre. La nostra celebrazione non è l'unica al mondo a ricordare chi non c'è più. Ogni Paese ha le sue usanze e le sue tradizioni, che vogliamo ricordare insieme a te.

Non sempre la data è la stessa, ma i rituali sono spesso molto simili.

La Festa dei morti in Italia

Iniziamo dal nostro paese. E da tutti quelli con tradizione cattolica. La Commemorazione dei defunti, comunemente chiamata come Festa dei morti o Giorno dei morti, è una ricorrenza della chiesa latina che si celebra il 2 novembre, giorno successivo alla Solennità di Tutti i Santi. Preceduta di solito da 9 giorni di novena, in questo giorno i cattolici vanno in processione al Cimitero, dove si celebrano Messe e si offrono benedizioni alle tombe. È consuetudine andare a portare un fiore o ad accendere una candela sulla lapide di chi non c'è più. In molte città si preparano anche dei dolci dei morti. Inoltre in Sicilia e a Reggio Calabria c'è l'usanza secondo cui gli spiriti delle persone morte della famiglia possono lasciare regali per i più piccoli e anche dolcetti.

Dia de los Muertos in Messico

In Messico nelle case si preparano nel giorno del Dia de los Muertos altari con le foto dei morti, croci, incenso e del cibo. In questo giorno si crede che gli spiriti dei morti tornino a trovare i loro cari e l'altare garantirebbe proprio il passaggio. Inoltre in tutta l'America Centrale si va in visita ai cimiteri per lasciare non solo fiori, ma anche giochi per i bambini e cibo per i più grandi. Si festeggia dal 31 ottobre al 2 novembre.

Festa dei morti in Giappone

Si celebrano a luglio, nel periodo dell'O Bon. In quei giorni il mondo degli inferi si apre per far andare le anime nel mondo dei vivi. Le tombe vengono ripulite e la via di accesso ai Cimiteri addobbata a festa. Ci sono anche prodotti tipici del periodo da mnagiare insieme e dolcetti che solo i bambini possono mangiare.

Il giorno dei morti nelle Filippine

In questo paese è consuetudine rendere più belle le tombe dei propri cari, pregando per le loro anime.

Festa dei morti in Cambogia

La festa si celebra le prime due settimane di ottobre. Per tre giorni la popolazione offre palle di riso cotte nel latte ai morti. Se per sette volte di seguito le anime dei defunti non trovano da mangiare, possono lanciare maledizioni sulla famiglia.

Festa dei morti in India

Il Diwali è la festa delle luci: si accendono lampade per riportare in vita il sole che muore. Tra ottobre e novembre si ricorda anche il dio della morte Yama che, insieme alla sorella Yami, ha dato vita all'umanità. Si crede inoltre che con le preghiere gli spiriti possano tornare sulla Terra.

Festa dei morti in Cina

Si celebra ad aprile e si chiama Qingming, “splendente”. Le tombe vengono ripulite, i defunti vengono ricordati e si trascorre tutti insieme la giornata all'aria aperta.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione