CONSIGLI UTILI

Come realizzare un deumidificatore fai da te

LEGGI IN 2'

Le vacanze sono vicine e ci apprestiamo a preparare tutto il necessario per trasferirci nella casetta sul mare. Quanto amiamo rilassarci nel nostro appartemento per ricaricarci dopo un anno di impegni e lavoro.

Ma quanto sarà umida la nostra casetta? Servirebbe un deumidificatore per ridurre il livello di umidità nell’aria: sarà utile per diminuire l'afa casalinga. 

Proviamo a realizzarne uno naturale e fai da te, soluzione a basso costo ed ecosostenibile rispetto ai modelli elettrici disponibili sul mercato. Sarà utile soprattutto per chi ha bambini in casa, per rendere l’ambiente più sano ed evitare il proliferare di eventuali microbi e muffe.

Basta avere a disposizione del materiale facilmente reperibile in casa come il sale grosso, un contenitore di plastica per alimenti senza coperchio (di quelli sottili e trasparenti che servono per confezionare) oppure una scolapasta.  

Procedimento

- Mettere 150 gr di  sale grosso da cucina nel contenitore (questa quantità sarà sufficiente per una camera di ampiezza media) o nella scolapasta.

- Mettere in frigorifero per una decina d’ore.

 

Passato il tempo necessario, sarà pronto per essere utilizzato. Possiamo sistemarlo nella camera in prossimità di una finestra o porta-finestra durante la notte per sfruttarlo al meglio. Nel caso della scolapasta sistemare subito sotto un piatto, per evitare di sgocciolare a terra. Quando il sale avrà trasformato l'umidità in acqua, e sarà troppo umido per assorbire ancora, basta sostituirlo con dell’altro sale. 

Dopo averlo sostituito è possibile far asciugare il sale usato in precedenza mettendolo in una teglia e in forno per un quarto d'ora a 50°, per poi riutilizzarlo più volte per il nostro deumidificatore fatto in casa.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione