IN ITALIA

I profumi della Penisola Sorrentina

LEGGI IN 3'

Itinerario

Da secoli la Penisola Sorrentina è meta di viaggiatori da tutto il mondo per il suo clima mite, per lo splendido mare e per la bellezza della sua costa.

Più raramente, invece, è stato fatto cenno ai tesori gastronomici della regione che hanno da sempre deliziato i palati dei visitatori. Riscoperte queste risorse, la Penisola Sorrentina si pone oggi come tappa di rilievo del turismo enogastronomico. Un altro valido motivo, dunque, per un soggiorno in Penisola.

Come arrivare

In aereo, prendere un volo per Napoli Capodichino, distante da Sorrento 50 km e collegato al centro con un servizio bus.

Il treno è il mezzo di trasporto più veloce ed economico; raggiungere, prima, la Stazione Centrale di Napoli per poi salire sulla linea della Circumvesuviana che porta a Sorrento.
In auto, percorrere l’autostrada A3 in direzione della Penisola Sorrentina e imboccare l’uscita a Castellamare di Stabia; prendere quindi la statale 145 che porta a Sorrento percorrendo tutta la costiera.

Turismo

La Penisola sorrentina è un luogo altamente suggestivo, indipendentemente dalle prelibatezze gastronomiche della zona. Parti per una visita da Castellamare di Stabia, incontrando le località di Vico Equense, Seiano, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sant’Agata sui due Golfi e Massa Lubrense.

Tra i luoghi paesaggisticamente interessanti troviamo anche il Monte Faito (raggiungibile con un’antica funivia), gli isolotti de Li Galli e la Punta Campanella. La stessa statale 145, che attraversa tutto questo territorio seguendo il profilo costiero, offre panorami e scorci davvero unici.

I sapori

Nella cucina della penisola troviamo, naturalmente, tutti i piatti della tradizione gastronomica napoletana, ma anche ricette tipiche del posto come gli gnocchi alla sorrentina, gli scialatielli ai frutti di mare o i ravioli all'aragosta.

Anche la tradizione dolciaria conosce alcuni delizie locali come le melanzane alla cioccolata, la torta S. Rosa e i Babà al limoncello.
Il piatto più celebre è, naturalmente, la pizza, gustosa e saporita come in tutto il golfo di Napoli, con pizzaioli che si fanno interpreti della grande tradizione di Napoli e dove addirittura è possibile ordinare la pizza a metri.

Il limoncello

La buccia gialla e rugosa del limone è l’ingrediente essenziale della fortunata produzione del limoncello, che nasce da una ricetta sobria e genuina, arricchita da acqua, alcool e cucchiaiate di zucchero.
La preparazione è semplice, ma meticolosa: se osservata alla lettera, in poco meno di tre mesi, il tradizionale liquore giallo sarà pronto ad essere gustato come aperitivo o digestivo, prima o dopo i pasti.

È proprio il clima mediterraneo della costa sorrentino-amalfitana a garantire la crescita di un limone con buccia grossa e profumata.

Le manifestazioni culinarie

Tra le manifestazioni gastronomiche è famosa la Sagra della sfogliatella, un dolce a forma di conchiglia, la cui celebrazione avviene in agosto a Conca dei Marini.

Una delle innumerevoli “giornate del pesce azzurro” della penisola sorrentina si svolge a Cetara nella prima settimana di agosto, manifestazione che da qualche anno vede protagonista tutto il pesce azzurro, in particolare le alici. A fine settembre è appuntamento fisso con la Festa del Pesce di Positano, appuntamento a cui partecipano turisti da tutto il mondo per gustare il pesce cucinato secondo la tradizione locale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta