CONSIGLI DI VIAGGIO

Uzbekistan, Rajasthan e Lapponia: tre spunti per vacanze pasquali

Chi sceglie la strada delle vacanze pasquali lo fa per fare viaggi di qualità e più di spessore rispetto a un comodo viaggio estivo, magari al mare. Le vacanze pasquali offrono, infatti, rispetto a un week end, la possibilità di dilatare i tempi di permanenza e, rispetto alla stagione estiva, di scegliere mete non necessariamente di riposo ma magari più appassionanti da scoprire...
LEGGI IN 2'

Se le vacanze pasquali avvengono tra aprile e maggio, ad esempio, può essere la stagione ideale, come clima e come disponibilità di tempo, per affrontare un viaggio in Uzbekistan. Una settimana, infatti, è più che sufficiente per recarsi sulle tracce di Tamerlano verso le mitiche città di Samarkanda, Tashkent, Bukhara e Khiva.

Una settimana può bastare anche per vedere qualcosa dell’India, scegliendo solo una zona. Come il triangolo d’oro, ad esempio, meta ideale per chi si avvicina a questo paese per la prima volta. Con una vacanza pasquale tra i sette i dieci giorni potrete vedere gli aggrovigliati vicoli di Delhi, il forte di Agra, quello di Amber, la magia di Jaipur, l’abbagliante maestosità del Taj Mahal.

Un altro spunto per le vacanze pasquali è la Finlandia. Arrivati a Helsinki e visitata la città potete noleggiare un’automobile, magari un fuoristrada, e percorrere tutto il paese verso nord, contemplando paesaggi fantastici - fatti di boschi, tundre, laghi, spazi immensi e silenziosi, musei all’aperto che meritano di essere visitati come se contenessero opere d’arte - passando per il Circolo Polare Artico, Rovaniemi, la città di Babbo Natale, la Lapponia e, salendo su verso la Norvegia, magari arrivando anche a Capo Nord.

Avete visto che per le vacanze pasquali, se avete almeno una settimana di tempo, potete trovarvi dall’altra parte del mondo, come in Uzbekistan, in Rajasthan o presso il Circolo Polare Artico. L’importante è organizzarsi per tempo, prima che sia tropo tardi, prima che i posti esauriscano o i prezzi diventino troppo alti. L’alternativa non è solo rimanere a casa, ma ritrovarsi immersi nelle pulizie di Pasqua!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta