PULIRE FACILE

7 cose che non dovresti mai pulire con il bicarbonato di sodio

Tutti hanno in casa un po' di bicarbonato di sodio. Si usa per cucinare, per lavare la verdura, per togliere gli odori e smacchiare. Devi però prestare molta attenzione se è anche un alleato nelle pulizie di casa, perché potrebbe rovinare molte superfici.
LEGGI IN 2'

Sono tanti i rimedi naturali o fai da te che spesso vengono utilizzati nel modo sbagliato. Dopo l’aceto, il bicarbonato di sodio è sicuramente in testa a questa piccola classifica casalinga. È un ottimo detergente multiuso, puoi usarlo quando cucini, per curare disturbi, in casa e persino per realizzare oggetti artigianali per i tuoi bambini. Ma ci sono alcuni casi in cui il bicarbonato di sodio provoca più danni che benefici. Sai che cosa devi evitare di pulire?

Bicchieri e specchi. Il bicarbonato è un detergente abrasivo, quindi c'è la possibilità che graffi il vetro o gli specchi. In questi casi, è meglio usare l’aceto.

Mobili in legno. Il bicarbonato di sodio può essere troppo duro su alcune finiture o sui sigillanti dei mobili in legno. Fai attenzione perché può essere anche abrasivo. Ovviamente, è vietato anche sul parquet.

Alluminio. Va bene usare il bicarbonato di sodio per pulire pentole e padelle di alluminio, ma è importante ricordarsi di risciacquarle subito dopo. Può infatti causare ossidazione.

Argento. Sebbene immergere l'argenteria in acqua e bicarbonato di sodio possa rimuovere rapidamente l'appannamento, la miscela è troppo abrasiva e può far perdere la sua patina e causando un’ossidazione più rapida.

Piano cottura in ceramica. Può graffiare facilmente e lascia una pellicola bianca difficile da rimuovere. Se lo usi accidentalmente, l'aceto rimuoverà la patina.

Piatti e utensili con dettagli in oro. L'oro è un metallo estremamente morbido e il bicarbonato di sodio è un detergente abrasivo. Si graffieranno, rovinerai la finitura e farai consumare la placcatura.

Marmo. Non dovresti mai usare il bicarbonato di sodio per pulire le superfici in marmo o quarzo. Nel tempo, il bicarbonato di sodio danneggerà lo strato protettivo superiore e alla fine lascerà graffi sul marmo o sul quarzo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta