DIVENTARE MAMMA

Europa unita...anche nei diritti

LEGGI IN 1'

Una esigenza sempre più pressante dato che la maggiore circolazione delle persone tra gli stati membri dell'Unione ha aumentato la possibilità di relazioni e spostamenti transnazionali.

Ma si tratta di un progetto non sempre facile da realizzare, in quanto le legislazioni in materia di famiglia dei singoli stati differiscono tra loro, soprattutto a causa dei diversi valori e principi di ordine religioso o di orientamento laico a cui fanno riferimento.

Tuttavia sono stati approvati dei Regolamenti per dare soluzioni alle controversie giuridiche in materia di famiglia (ad esempio la sottrazione di minori da parte del genitore straniero o la separazione o il divorzio tra persone di diversa cittadinanza).

Il trattato di Amsterdam del 1996 ha permesso sin dal 1999 di instaurare un legame fra la cooperazione giudiziaria in materia civile e la libera circolazione delle persone. Nel 2000 il Regolamento (CE) n.44, ha dettato le norme sulla competenza speciale dei tribunali per le obbligazioni alimentari.

Nel 2003 è stato approvato il Regolamento (CE) n. 2201 che stabilisce norme uniformi per individuare il giudice competente a decidere in materia di divorzio e di affidamento. Si cerca ora di uniformare la materia delle obbligazioni alimentari, delle successioni internazionali e del divorzio.

(Fonte, Donna & mamma)

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta