2018/10/20 18:06:071521

CRESCITA

Come cambiare medico di base? La guida

LEGGI IN 3'

Il medico di base solitamente si sceglie dopo aver consultato gli elenchi di tutti i medici iscritti nel Sistema Sanitario Nazionale, consultabili negli uffici del distretto di appartenenza. Alcune Asl hanno anche messo on-line questi elenchi, per rendere più semplice la consultazione e la successiva scelta del medico di base. La figura del medico della mutua – quello che ti visiterà per tutta la vita in modo gratuito – è fondamentale. Vediamo, allora, come si sceglie e cosa prevede il cambio del medico di base con o senza cambio di residenza.

Se ti sei appena trasferita in una nuova città, dovrai sicuramente fare il cambio di residenza e del medico di base per non essere cancellata dalla lista dell’Asl del tuo vecchio comune. Tutto quello che ti servirà sono il certificato di residenza, una fotocopia di un documento d’identità valido e il tuo vecchio tesserino sanitario. Consulta subito le liste dei medici disponibili negli uffici del tuo nuovo distretto sanitario e – dopo aver sentito eventualmente il parere di qualche conoscente – fissa un appuntamento conoscitivo. Quando sarai sicura della tua scelta, recati in comune per farti rilasciare un certificato di residenza e lo stato di famiglia. Accertati di essere stata cancellata dalla lista della tua vecchia Asl di residenza e registrati in quella nuova specificando quale dottore hai scelto per le tue cure di base. La cancellazione sarà, poi, fatta in modo automatico con una comunicazione tra le due Asl, quella vecchia e quella nuova di appartenenza.

Come funziona l’assegnazione del medico senza residenza?

Può capitare di trovarsi in un comune diverso da quello di residenza per vari motivi, ad esempio per un periodo di studio, per lavoro o per motivi di salute. In tutti questi casi – che devono essere certificati alla Asl del comune di origine  – puoi fare richiesta di cambio medico di base senza la residenza. Se passerai da un minimo di 3 mesi ad un massimo di un anno in un luogo diverso dalla tua città di residenza, ti basterà recarti all’ufficio territoriale della Asl di appartenenza e richiedere la cancellazione temporanea, spiegando i motivi. In seguito – con il documento di cancellazione, tessera sanitaria e documento d’identità – dovrai andare a iscriverti nelle liste del comune di destinazione.

Se sei fuori per lavoro, ti sarà richiesta anche una copia del contratto di lavoro in cui sarà specificato per quanto tempo ti troverai in quel luogo. Nel caso di lavoratori fuori sede con contratto di lavoro temporaneo, hanno diritto all’iscrizione temporanea al medico di base anche tutti i familiari.
Per motivi legati allo studio, richiedi un documento che attesti l’iscrizione alla scuola o all’università che stai frequentando e riporti la data della fine del periodo di studio. Se ti trovi in una città - senza residenza - per motivi di salute, un medico specialista dovrà rilasciarti un certificato che indichi i motivi di salute e il tempo necessario che resterai lì per seguire le terapie che stai facendo.

Se il cambio del medico di base è da una regione a un'altra, ti basterà consultare le liste on-line suddivise per zona e scegliere un nuovo medico. Se sposti la tua residenza - dopo aver portato tutta la modulistica necessaria alla nuova Asl e comunicato la cancellazione alla vecchia - avverrà tutto in modo automatico. Tieni presente che - nel caso in cui spostassi di nuovo la residenza tornando a quella originaria - la scelta del medico di base va comunque effettuata di nuovo. Nel caso in cui spostassi solo il domicilio - mantenendo la residenza nel vecchio comune - sai che per diversi motivi – vacanza, salute, lavoro e studio - hai il pieno diritto di avere temporaneamente un nuovo medico di base, che ti seguirà nei mesi di permanenza nella nuova città.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione