CANI E GATTI

I bambini e la paura dei cani: come superarla

Con la loro vivacità, i bambini non sono sempre i migliori amici dei cani, che possono reagire impetuosamente alle loro azioni. Insegniamo ai bambini a comportarsi in modo corretto con questi animali per non averne paura.
LEGGI IN 2'

La paura dei cani si chiama cinofobia e pur essendo comune, spesso sono i bambini a soffrirne.

La loro vivacità e a volte i loro movimenti improvvisi possono provocare nel cane delle reazioni di euforia o di rabbia che lo portano a giocare in modo più adrenalinico o addirittura ad attaccare. Questo può procurare timori e, a volte, vero e proprio terrore nel bambino che fuggirà le successive occasioni di contatto con l’animale.

Come possiamo aiutare il bambino a superare questa paura?

Innanzitutto non c’è nessun motivo per cui, se non è già successo, dovresti insistere perché tuo figlio vada d’accordo con un cane o non abbia paura di lui.

Imporre la “convivenza” è sbagliato: lascia che si abituino l’uno all’altro in modo naturale. Magari inizia con giochi, libri e cartoni che parlano di cani in maniera positiva. 

Se sono i genitori stessi ad avere paura dei cani è possibile che involontariamente la trastmettano ai propri figli. Non farti vedere ansioso, non allontanarlo da un cane, non usare toni allarmati quando ne parli e non raccontare storie negative su di loro.

Insegna al bambino a decodificare i comportamenti dei cani: loro si esprimono tramite gesti e posture che ti fanno capire se è il momento in cui sono gradite le coccole, se è meglio lasciarli stare perché sono nervosi o se hanno voglia di giocare. 

Spiega al bambino questi segnali perché possa interpretarli correttamente e interagire con il cane nel modo giusto. La coda bassa, il ringhiare e le orecchie sull’attenti per esempio sono un chiaro invito ad essere lasciati in pace. 

Cerchiamo di iniziare l’avvicinamento del bambino con un cane “di fiducia”. Abbiamo tutti amici o conoscenti con un cane in casa: selezionane uno particolarmente socievole, calmo e pacifico, magari di piccola taglia, sarà un buon punto di partenza per instaurare un rapporto positivo tra i due.

Iniziamo la conoscenza per gradi: cominciamo noi a interagire con il cane, accarezzandolo e, quando il bimbo si dimostrerà sereno rispetto a questa situazione, proponiamogli di fare lo stesso.

Assegniamo al cane un accessorio che possa essere considerato amichevole e più “umano”: un ciondolo o un fazzoletto. I bambini percepiranno più vicinanza e tenderanno a fidarsi di più. 

Infine, non sgridiamolo se continua ad avere paura dei cani: questa è già una situazione di stress per lui, non aggiungiamo ansia al suo stato emotivo, anzi tranquillizziamolo il più possibile dimostrandogli in prima persona che è tutto sotto controllo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione