COPPIA

Come sopportare una suocera ostile senza litigare con il partner

LEGGI IN 2'

Stare insieme non è facile, quando ci sono le famiglie di mezzo. Da sempre la figura più difficile da gestire è la suocera, soprattutto se invadente e molta gelosa del proprio "bambino". È facile parlare di femminismo e solidarietà femminile, finché non ci si deve contendere il cuore dello stesso uomo e se la contesa è tra mamma e fidanzata, i coltelli volano veloci e sono particolarmente affilati.

La cosa più importante è fare in modo che un rapporto teso non danneggi la relazione di coppia. Ci vuole molta intelligenza da parte di entrambi, un pizzico di pazienza e un po' di astuzia. La ricetta sembra facile, ma la realizzazione non è poi così scontata. Anzi, sono numerosi i partner che discutono furiosamente per colpa della mamma di lui o di lei. Qual è il segreto per non litigare?

1) Mai prenderla sul personale

Non pensiate di essere voi il problema. Le mamme, anche le più evolute, sono molto protettive con i propri figli e molto spesso pensano che non ci sia donna (o uomo) all'altezza del proprio figlio. Non è quindi un problema personale, ma una posizione verso il mondo.

2) Evitate di entrare in competizione con lei

Non c'è nulla di peggio che impostare il rapporto con la suocera come se fosse una gara a chi cucina meglio, a chi è più docile, a chi è più falsa. Diventa davvero molto faticoso. E' questo che volete? Molto meglio fregarsene e lasciarla vincere. E, se ne siete capaci, lodatela e fatela sentire bravissima.

3) Cercate di "isolare il problema"

Il problema, ovviamente, è la mamma di lui. Come si isola? Non condividendo ogni aspetto della vostra vita. Se non volete che si intrometta, dovete evitare di fare riferimento. I bambini? Meglio una babysitter. La cena? Cucina bene, non costa, ma fate uno sforzo e alternatevi in cucina o comprate d'asporto. Non raccontate i problemi che ci sono in casa e soprattutto non criticate mai il figlio.

4) Affrontate il tema con il partner

Nelle relazioni di coppia vale una regola universale: ognuno si deve gestire la propria famiglia. È un punto cruciale. Se qualcosa non funziona, ne parlate insieme e poi è il figlio che affronta la propria mamma o il proprio papà spiegandogli che ci sono alcuni atteggiamenti da correggere. Non fate l'errore di parlare voi con la suocera. Sarebbe un vero e proprio autogol.

5) Fate la vittima

Deve essere l'ultima spiaggia. Invece di litigare, urlare o arrabbiarsi, con il rischio di aver bisogno di un avvocato e di un gastroenterologo, assumete l'atteggiamento compassato da vittima. Insomma, è la suocera a essere invadente, giusto? Siete voi la parte lesa? Rimarcate con convinzione la vostra posizione e, se ci riuscite, versate qualche lacrima a effetto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta