BELLEZZA

Come si riconosce l’allergia ai cosmetici?

Essere belle può diventare complicato quando si è allergici ai cosmetici. C'è, inoltre, da chiarire che le allergie nella maggior parte dei casi nulla hanno a che vedere con la qualità o con gli ingredienti chimici. Bisogna però fare molta attenzione.
LEGGI IN 2'

Le allergie sono sempre più diffuse e, purtroppo, tra quelle che rendono la vita difficile alle donne, c’è quella ai cosmetici. La sai riconoscere? Se una mattina ti svegli con prurito alle mani, arrossamento o gonfiore alle palpebre, vesciche o viso che trasuda, potresti avere un'allergia da contatto a un cosmetico.

Le allergie sono ovviamente da distinguere dalle irritazioni, che colpiscono principalmente la pelle reattiva e provocano tensione o addirittura ustioni della pelle. Fai attenzione perché, per esempio, lavaggi troppo frequenti, risciacqui insufficienti o l'uso di creme con acidi della frutta e vitamina A possono favorire la comparsa di arrossamenti.

Se sospetti un'allergia, consulta rapidamente un dermatologo-allergologo, che proverà una patch test. Dopo 48 ore, se compare un eczema c’è la conferma dell'allergia. Quindi contatta l'azienda che produce il cosmetico per poter conoscere i componenti per testarli separatamente. Ti devi poi fare una serie di domande:

  • Hai messo un prodotto cosmetico sul sito della reazione?
  • Se hai le palpebre gonfie, hai messo lo smalto per unghie?
  • Indossi un profumo?
  • Hai preso il sole di recente?

Gli allergeni di nuova generazione sono i tensioattivi presenti in particolare nei detergenti, nei prodotti schiumogeni (bagnoschiuma, shampoo, ecc.) E, dall'altro, dei prodotti "leave-in" (salviettine, lozioni struccanti, ecc. .). Protagonisti anche gli idrolizzati proteici del grano con qualità emulsionanti, sempre più utilizzati nei prodotti per capelli e nelle creme da giorno.

Una volta individuati gli allergeni, devi leggere sempre le etichette per acquistare cosmetici che ne siano privi. Per quanto riguarda la denominazione "ipoallergenico", non garantisce che non ci saranno reazioni, ma l'esecuzione di rigorosi test di sicurezza e l'esclusione dei profumi, allergeni più spesso coinvolti negli eczemi da contatto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione