TRUCCHI E SOLUZIONI

Come lavare i panni in microfibra a mano e in lavatrice

LEGGI IN 2'

I panni in microfibra da qualche anno a questa parte sono diventati i grandi alleati delle nostre pulizie domestiche. La loro struttura infatti aiuta a catturare la polvere meglio dei classici piumini, trattenendola nelle trame di tessuto senza il rischio che scappi via. In più sono anche ottimi per il lavaggio delle superfici domestiche, soprattutto quelle in legno, nonché per la stesura di prodotti di cura come oli e cere.

Inutile dire che, vista la serrata attività che devono svolgere i panni in microfibra all'interno delle nostre case, ogni tanto anche loro meritano (e necessitano) una pulizia profonda, in grado di igienizzarli e farli tornare come nuovi, pronti ad essere riutilizzati.

Come lavare i panni in microfibra

I panni in microfibra possono essere lavati sia a mano sia in lavatrice e, a differenza di quello che si può pensare, non sono particolarmente fragili. Il tessuto di cui sono fatti è infatti in grado di sopportare anche l'uso di prodotti di detergenza sgrassanti e mediamente aggressivi, quindi non dobbiamo temere che un lavaggio profondo li possa alterare.

Attenzione però alle modalità di pulizia, non tutte adatte. Se laviamo i panni in microfibra a mano non ci sono particolari problemi. Ci basterà immergere i rettangoli di stoffa in un catino con acqua calda e sapone per tessuti o anche sapone per i piatti, lasciando in ammollo per almeno una mezz'ora.

In questo lasso di tempo vedremo l'acqua annerirsi, è lo sporco che si sta staccando dalla superficie. Buttiamo via il liquido e sciacquiamo bene i nostri panni in microfibra sotto l'acqua corrente fino a quando non presentano più tracce di sapone. Questo passaggio è essenziale per evitare che una volta asciutti siano rigidi. Strofiniamo un po' per eliminare eventuali macchie residue. Facciamo asciugare in maniera naturale all'aria.

Se laviamo i panni in microfibra in lavatrice facciamo attenzione alla temperatura del ciclo che adoperiamo, che non deve mai essere superiore ai 60° C, anche meno a seconda del tipo di panno (controlliamo sempre i consigli di lavaggio sull'etichetta).

Usiamo i normali detersivi per tessuti, ma per proteggere la struttura dei panni, inseriamoli in un sacchetto per indumenti se prevediamo una centrifuga potente. Facciamo anche in modo che il risciacquo sia profondo, così da evitare accumuli di sapone.

I panni in microfibra, salvo diversa dicitura dell'etichetta, possono essere sottoposti a candeggio senza cloro. Invece guai ad asciugarli in asciugatrice o a stirarli, perché potremmo rovinarli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta