BENESSERE

Come fare sport quando si soffre di asma

Quando si soffre di asma è molto importante evitare di sport che possano scatenere attacchi, come l'equitazione o il trekking ad alta quota. Ciò non vuol dire che non puoi fare attività fisica, ma che devi valutare come praticarla.
LEGGI IN 2'

Fare sport è importante e, soprattutto, fa molto bene alla salute, ma quando si soffre d’asma quali sono le attività consigliate? E quali precauzioni bisogna prendere?

Nell'asma, come in tutte le malattie croniche, l'attività fisica ha un'azione antinfiammatoria. Il problema è semmai lo sforzo potrebbe causare un attacco. Per fare sport senza pericoli è necessario valutare la gravità della propria asma e lo deve fare il tuo medico.

Il cardiofrequenzimetro è essenziale per adattare l'intensità del proprio sforzo. L'ideale è non superare il 70-75% della propria frequenza cardiaca massima (FC), zona ottimale per ottenere benefici respiratori senza rischi. Ciò corrisponde a circa "220 - età " per un uomo e " 226 - età " per una donna. Si tratta di 186 per una donna di 40 anni che quindi non dovrebbe superare i 130/140 battiti al minuto. Se devi acquistarne uno nuovo, scegli quelli da indossare sotto il seno, ritenuti più affidabili, anche se i cardiofrequenzimetri al polso, orologio o braccialetto, sono più pratici.

Quale sport scegliere?

  • Sport di resistenza, che rafforzano i muscoli respiratori e la capacità polmonare.
  • Attività dolce in palestre, che aiuta anche a controllare meglio la respirazione.
  • Sport di squadra, possono essere praticati solo con un allenamento regolare per stare al passo con il gruppo.

Quali sport evitare?

Gli sport di montagna, come l'escursionismo, il trekking, le ciaspolate, lo sci o lo sci di fondo favoriscono le crisi a causa dell'aria secca e fredda delle alture. Oltre i 2000 m è necessario fare il trattamento preventivo, coprirsi naso e bocca e salire molto lentamente rispettando i livelli: non più di 500 m al giorno.

Meglio di no anche all'equitazione e agli sport da combattimento (judo, karate, ecc.) che causano spesso allergeni difficili da sopportare per gli asmatici (acari sui tatami, crine di cavallo, fieno, ecc.).

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione