PRIMA INFANZIA

Come capire se il bambino è pronto per il vasino

Diventare grandi è molto faticoso e può essere difficile. Uno dei passaggi simbolo di indipendenza è abbandonare il pannolino per il vasino. Quando provare? Come si riconosce che il bimbo è pronto?
LEGGI IN 2'

Liberarsi del pannolino, soprattutto in estate, è il sogno di quasi tutti i genitori con un figlio piccolo. La verità però è che non esiste un’età precisa per cui il bambino deve imparare a usare il vasino. Esiste un’età in cui si dimostra pronto. Come si riconoscere?

Prima di tutto devi fare attenzione ai segni fisici: ha feci regolari, morbide e formate in orari relativamente prevedibili e non fa la cacca durante la notte, ha periodi pannolino asciutto di almeno un paio di ore e anche la mattina si sveglia con il pannolino asciutto. Ciò dimostra che i muscoli della vescica sono abbastanza sviluppati da trattenerla e immagazzinarla.

Un altro dettaglio importante: mostra interesse quando vai in bagno e cerca di imitarti. La necessità di diventare indipendente è il motore che rende questo passaggio naturale.

Poi il bimbo deve anche essere in grado di tirarsi giù i pantaloni (anche con un piccolo aiuto), dire quando ha bisogno di fare la pipì o la cacca, riconoscendo lo stimolo. Potrebbe interrompere quello che sta facendo per un minuto e cercare di andare verso il bagno. Se il tuo piccolo ha acquisito tutte queste competenze, vuol dire che è pronto per il vasino o per il riduttore.

Ricordati che alla scuola materna il bambino dovrebbe arrivare già senza pannolino. I 3 anni sono quindi l’età giusta per abbandonarlo. Non è necessario che il passaggio sia fatto tutto in una volta. Lasciagli il tempo di abituarsi e magari prosegui con il pannolino di notte ancora per qualche mese.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione