DONNE E LAVORO

Cambiare lavoro a 40 anni: 5 consigli per affrontare dubbi e ansie

LEGGI IN 2'

I 40 anni segnano una svolta per la nostra vita. Forse potrebbe essere il momento di cambiare anche una lavoro, magari dopo 10 o 15 anni nella stessa azienda, se non ci si sente gratificate come i primi anni. In fondo dopo anni di esperienza ci piacerebbe del nuovo entusiasmo che non sembra esserci più. 

Come fare per cambiare lavoro a 40 anni senza farsi prendere da dubbi ed ansie

Ecco 5 consigli da cui partire per raggiungere l’obiettivo. 

1) Non prendere decisioni d’impulso ma rifletti e medita a lungo prima di prendere una decisione, magari approfitta dei periodi di ferie o di relax per prendere la decisione più adeguata. In caso parlane anche con l’amica del cuore o un familiare di cui ti fidi. 

2) Valuta solo i lati negativi della situazione attuale (soddisfazione, remunerazione, rapporto tra viita privata e professionale) pensando che il lavoro non dovrebbe essere solo un modo per portare uno stipendio a casa, ma qualcosa per cui crescere e su cui investire.

3) Usa il passaparola e prepara delle referenze (anche su LinkendIn) coinvolgendo persone e professionisti con cui hai avuto contatti in ambito lavorativo. Saranno preziose per il tuo nuovo lavoro. 

4) Prepara e spedisci il cv in maniera mirata. Realizza un breve (max 2 pagine) e chiaro curriculum senza timori che un profilo over 40 non venga preso in considerazione: diversi anni di esperienza sono considerati preziosi dai responsabili delle risorse umane. Quindi buttati e preparalo mettendo le ultime esperienze professionali tra le prime voci.

5) Prepara e scrivi una lettera di presentazione chiara da allegare al cv. Realizzala sempre al computer, mettendo in luce le tue aspirazioni e disponibilità, usando il tuo stile per personalizzarla al meglio, ed esponendo idee chiare con tono gentile e in maniera obiettiva.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione