IN FORMA

Caffè al ginseng: fa bene alla salute?

LEGGI IN 2'

Da qualche anno a questa parte il caffè al ginseng è divenuto una bevanda molto popolare in Occidente, sebbene le sue origini siano asiatiche. I bar lo propongono in versione calda o fredda e nei supermercati più forniti lo possiamo trovare in versione solubile, ma anche in capsule e polvere per moka, per farlo facilmente a casa propria.

Ma sul caffè al ginseng si è detto molto, attribuendo a questa bevanda virtù che non ha o anche considerandola un’alternativa più “leggera” rispetto al caffè normale in tazzina. La medicina cinese utilizza da secoli la radice di ginseng come tonico per la mente e il corpo, sfruttando anche le sue proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

Non è un caso che in commercio spesso si trovino estratti o capsule naturali che contengono questa pianta all’interno, mirate a dare supporto al fisico quando è stanco. Motivo per cui si è pensato che il caffè al ginseng fosse un buon modo per sorseggiare una bibita dal sapore piacevole, dandole una marcia in più a livello di effetti.

In realtà, gli integratori a base di ginseng, soprattutto quando non specificano quale parte della pianta è usata e la sua provenienza, possono essere inutili o avere effetti indesiderati. Nelle bevande solubili il problema è ancora più evidente, in quanto il ginseng compare nella lista ingredienti senza dare troppe spiegazioni.

Per tornare alla domanda del titolo dell’articolo, quindi, ossia se il caffè al ginseng fa bene alla salute, quello che possiamo dire è che in quantità modiche non fa male. Tuttavia, la bevanda ha in genere un alto contenuto di caffeina, zuccheri e aromi, che di certo al corpo non giovano.

In più, il ginseng potrebbe peggiorare l’effetto di tachicardia che si può avere con il comune caffè, facendo venire ansia e agitazione durante il giorno, o difficoltà ad addormentarsi la notte. Se proprio vogliamo inserire il caffè di ginseng nella nostra routine, facciamo in modo di acquistare prodotti biologici e dalla lista ingredienti corta.

Non esageriamo con il consumo e facciamo attenzione ad eventuali effetti avversi. Se si dovessero presentare, interrompiamo il consumo. Ovviamente questa bevanda va evitata in gravidanza.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta