CURE E TRATTAMENTI

Doppie punte, addio!

LEGGI IN 2'

Un taglio rinforzante

Le regole di base per prevenire la formazione delle doppie punte prevede un decalogo da seguire fedelmente: 1- Utilizza il phon e la piastra il meno possibile e preferisci, invece, un’asciugatura naturale, o rivolgiti al parrucchiere per un trattamento duraturo ed efficace. 2- Non ricorrere ai trattamenti chimici che indeboliscono il capello.

3- E’ buona abitudine fare settimanalmente degli impacchi nutrienti agli olii e burri idratanti. 4- Utilizza pettini e spazzole in legno e con setole naturali e cerca di non utilizzare questi strumenti in modo troppo energico, soprattutto se i capelli sono bagnati. 5- Usa l’olio di jojoba o quello ai semi di lino direttamente sulle punte dei capelli, in modo da proteggerle, dopo ogni shampoo. 6- Proteggi i capelli da eventuali traumi tenendoli legati il più possibile, magari utilizzando elastici morbidi e mollettoni.

Decalogo di prevenzione

Una volta manifestatesi evidentemente è importante riconoscere che nessun rimedio è in grado di attenuare questo fastidiosissimo problema, che comunque non può scomparire da solo, così come si è presentato. La doppia punta va in ogni caso tagliata con taglio netto di almeno qualche millimetro al di sopra della doppia punta.

È questo il motivo che tende a far consigliare i parrucchieri esperti a non optare per tagli sfilati e scalati se si hanno i capelli particolarmente sottili o sfibrati, perché quest’acconciatura non farebbe altro che indebolirne i capelli. La chioma, tagliata in verticale e non in orizzontale, può causarne infatti la biforcazione.

Come eliminare le doppie punte?

Una volta manifestatesi evidentemente è importante riconoscere che nessun rimedio è in grado di attenuare questo fastidiosissimo problema, che comunque non può scomparire da solo, così come si è presentato. La doppia punta va in ogni caso tagliata con taglio netto di almeno qualche millimetro al di sopra della doppia punta.

È questo il motivo che tende a far consigliare i parrucchieri esperti a non optare per tagli sfilati e scalati se si hanno i capelli particolarmente sottili o sfibrati, perché quest’acconciatura non farebbe altro che indebolirne i capelli. La chioma, tagliata in verticale e non in orizzontale, può causarne infatti la biforcazione.

I trattamenti specifici

Dopo un’attenta analisi del capello da effettuare ad opera degli specialisti in tricologia, che ne valuteranno le cause della tangibile debolezza del fusto, è opportuno, nei casi più gravi, ricorrere a rimedi e trattamenti più efficaci per rinforzare i capelli. Il primo rimedio è il trattamento alla cheratina, utile soprattutto quando la chioma è stata danneggiata dai prodotti per capelli troppo aggressivi. Il procedimento prevede un lavaggio iniziale con un lavaggio con uno shampoo detergente che prepara il cuoio capelluto per un impacco alla cheratina da tenere in posa una decina di minuti.

Il secondo rimedio consiste in una dieta equilibrata e ricca di proteine, aminoacidi, vitamine del gruppo B, A ed E ed oligoelementi, come il ferro, il rame e il magnesio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta