PSICOLOGIA

Vincere la fame nervosa a casa e sul lavoro

LEGGI IN 2'

L’istinto di usare il cibo come consolazione, come risarcimento o come alternativa al vuoto affettivo o dell’anima è comunemente chiamato ‘fame nervosa’. Negli Usa questo tipo di comportamento compulsivo è molto studiato in quanto il pericolo più immediato è che l’ ’emotional eating’ diventi un modo istintivo di nutrirsi. Mangiare in modo smodato e senza controllo spesso modifica il rapporto che si ha con il cibo.

Questa problematica può essere affrontata mutando alcuni comportamenti che comprendono diverse sfere. A livello psicologico è molto utile tenere un diario alimentare sul quale annotare tutto quello che si mangia quando si viene colti da una fame improvvisa e quali siano i pensieri che scatenano la fame nervosa. Se si cede a qualche momento di debolezza non bisogna rassegnarsi ad esso ed è controproducente creare un alibi per continuare a comportarsi nello stesso modo nel tempo.

Le attività fisiche troppo intense come la ginnastica aerobica richiedono un forte sforzo muscolare e permettono sì al fisico di sfogarsi ma eccitano troppo il sistema nervoso e non lo aiutano a rilassarsi, meglio scegliere un’attività aerobica a bassa intensità come mezz’ora di camminata per almeno tre volte al giorno oppure esercizi di yoga o thai chi che permettono di tenere sotto controllo l’ansia.

Per evitare che la fame nervosa sia presente spesso durante la giornata è fondamentale mangiare in modo corretto. Un eccessivo appetito durante il pomeriggio è spesso conseguenza di un pranzo troppo frugale e di una colazione inesistente. Una dieta povera di proteine provoca nel fisico un maggiore bisogno di energie e produce un rallentamento del metabolismo che scatena una fame incontrollata, meglio quindi fare pasti regolari ad intervalli di quattro, cinque ore uno dall’altro.

Di fronte ad un attacco di fame è bene provare a resistere per almeno 15/20 minuti, durante questo lasco di tempo il fegato comincia a produrre zuccheri che entrano in circolo ed attenuano il senso di appetito. La medicina omeopatica consiglia 10 gocce di Serotonina D6 nel caso la fame sopraggiunga la sera.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta