PSICOLOGIA

Il pessimismo ci colora di nero

LEGGI IN 1'

Se un certo pensiero positivo pretende di vedere solo il bello e il buono della vita, un altro tipo di pensiero più pessimista, o che per contrapposizione possiamo definire "negativo", ne vede invece solo il lato meno piacevole: ci sono persone che quando vanno in vacanza sono sicure che pioverà; sul lavoro non si sentono mai apprezzate; in amore temono sempre di venire lasciate dal partner. È come se il mondo intero ce l'avesse con loro, perciò passano il tempo a lamentarsi e a criticare. In fondo questo non è altro che un atteggiamento difensivo nei confronti di un mondo esterno avvertito come pericoloso e minaccioso.

Anticipando in continuazione delusioni, insuccessi e sconfitte, costoro tentano di proteggersi da una frustrazione che avvertono come sempre possibile e troppo dolorosa. Il guaio è però che questo atteggiamento fa loro vivere comunque nell'immaginario l'angoscia che vogliono evitare e li porta a tirarsi indietro dagli eventi e dal contatto con gli altri.

Un primo passo per cercare di vedere le cose da un altro punto di vista, può essere quello di sforzarsi di evitare i giudizi, i lamenti e le critiche: non fanno altro che intossicare l'animo di un umore nero che fa apparire ancora più buio il mondo.

Sospendere i pensieri pessimistici aiuta a socchiudere la porta della mente per lasciar entrare un po' di luce. Così finalmente sarà possibile cogliere, in mezzo a quello che la vita ci riserva, anche gli avvenimenti gioiosi e piacevoli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione