PSICOLOGIA

Come capire il tuo capo e andarci d'accordo

Non sempre il luogo di lavoro è un’oasi felice in cui passare le proprie giornate e molto più spesso si devono affrontare capi prepotenti, capricciosi, indecifrabili e magari anche ambigui.
LEGGI IN 3'

Tensione in ufficio

Non sempre il luogo di lavoro è un’oasi felice in cui passare le proprie giornate e molto più spesso si devono affrontare capi prepotenti, capricciosi, indecifrabili e magari anche ambigui. Se il tuo capo è davvero così e rende la tua vita impossibile è giunto il momento di cambiare strategia.

Se, poi, senti che la tua autostima è stata calpestata troppe volte per poter avere la forza di risollevarti ecco i consigli ti potranno aiutare a ritrovare il rapporto smarrito. Verifica quale tra i profili presenti s’identifica maggiormente con quello del tuo capo, leggi i suggerimenti per affrontarlo meglio e far nascere un nuovo rapporto professionale.

Il capo prepotente

Il vostro rapporto è molto teso e tu cerchi di evitarlo il più possibile per non subire le sue angherie. Se dopo aver fatto un esame di coscienza sei consapevole di aver fatto qualche sbaglio ammettilo senza indugio. Oppure nel caso ti criticasse inutilmente prova ad affrontarlo e domanda con calma se il lavoro fatto contiene anche delle parti da salvare e poi chiedi perché le considera valide. A questo punto sarà costretto a farti degli apprezzamenti suo malgrado.

Se ha il cattivo gusto di urlare in faccia il suo malcontento davanti ad altre persone elimina ogni atteggiamento remissivo nei suoi confronti ed affronta il suo malumore. Chiedi con fermezza di sottolineare i tuoi errori a quattr’occhi usando un tono più pacato. Il giorno che cambierà atteggiamento nei tuoi confronti ringrazialo e la guerra fra voi due terminerà presto.

Il capo incostante

Ti dedichi anima e corpo per preparare una relazione ma lui ti rinfaccia il fatto che ci hai messo troppo tempo e poi ti manda via. Altre volte, invece, ti saluta con un grande sorriso e ti fa un complimento. Se il tuo capo è una persona imprevedibile ma professionalmente capace chiedigli sempre un commento o un giudizio sul lavoro che svolgi giornalmente. Fai capire che ci tiene ad avere un suo parere ma solo se lo esprime in modo tranquillo. Continua a urlare per cose di poco conto?

Dopo l’ennesima sfuriata rispondi in modo secco ‘Va bene, ho capito’ ed esci dalla stanza. Se lui ti chiederà spiegazioni rispondi in modo determinato ‘Torno nel mio ufficio’. Con questo tipo di persone non bisogna prestarsi al gioco tipo ‘gatto con il topo’ e dopo certi comportamenti bisogna dimostrarsi fermi senza dare spiegazioni. Questa reazione dovrebbe farlo riflettere e fargli mutare atteggiamento.

Il capo impenetrabile

Ti impegni al massimo e lui non sembra accorgersene, fai il minimo ma non ricevi nessun commento negativo. Il boss è un tipo enigmatico e tu rimani nel dubbio non capendo in che direzione stia andando il tuo lavoro. Senza una guida chiara, infatti, non capirai mai se stai andando verso la giusta direzione.

Se il suo silenzio indica consenso non serve stuzzicare la propria immaginazione ma se questo mutismo di fa soffrire cerca il modo per entrare in sintonia con lui. Imita il suo metodo di organizzazione del lavoro, il modo di dialogare e tieni in grande considerazione ogni suo commento o suggerimento. Cerca un’intesa con lui ‘rubandogli’ ogni suo comportamento professionale. Grazie a questa strategia sarà più facile entrare in comunicazione con il tuo capo.

Il capo disertore

Non ha regole, non ti dà indicazioni, spesso è assente e quando è presente quasi non te ne accorgi. Lasciarsi andare ad una vita professionale senza obiettivi, senza iniziativa e senza progressi è una perdita di tempo. Se la mancanza di autorevolezza del tuo responsabile ti pesa sempre di più e vuoi reagire fallo in modo graduale. Nel caso la collaborazione duri da qualche anno, un cambiamento repentino potrebbe infastidirlo ma se al contrario sei al primo impiego, avendone pieno diritto, sommergilo di domande.

Nel momento in cui gradirà questo atteggiamento agisci seguendo le sue precise disposizioni perché probabilmente con te si sforzerà di essere più reattivo ma se al contrario il rapporto rimane molto superficiale e piatto forse è ora di cercare un’altra occupazione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta