IN FORMA

Solari dell'anno scorso: istruzioni per l'uso.

LEGGI IN 2'

Stai per andare al mare ed hai tutto pronto, ma non sai se utilizzare le creme solari dello scorso anno?

Ricordati che la scadenza delle creme solari è solitamente di 12 mesi dall'apertura (trovi la scadenza indicata accanto alla scritta PAO - periodo di validità dopo l'apertura).

Il riutilizzo però dipende anche da come queste creme sono state conservate. Le creme abbronzanti sono costituite infatti da una emulsione di grasso, acqua e filtro solare. È la presenza del grasso nelle creme che pone il problema della loro durata: questa sostanza, in alcune condizioni, può degradarsi e rendere la crema inefficace.

Prima di utilizzarle fai un piccolo test e controlla se odore, consistenza e colore non si siano alterati.

Se hai portato la crema abbronzante con te in spiaggia ricorda che le temperature elevate potrebbero aver alterato le sue caratteristiche chimiche, non garantendo più l'efficace del filtro. Inoltre se il tappo della confezione non è stato chiuso in maniera ermetica, e della sabbia si è infiltrata nella crema, la crema ha perso ogni efficacia, ed è meglio quindi buttarla via. 

Se parliamo di spray doposole non c’è alcun problema, riutilizzalo pure perché la crema non è entrata a contatto con l'aria o con le dita, quindi non è contaminata da microbi.

Un altro suggerimento? Quando vai al supermercato o in profumeria, osserva il panorama completo dei solari e dirigi la tua scelta verso quelli con confezioni o formulazioni nuove, cioè che lo scorso anno sicuramente non erano presenti sul mercato. Comprerai così un prodotto che non è stato stoccato a lungo nei magazzini dei negozi. 

Infine, per essere sicura di avere una buona protezione dal sole, pensa se passerai le tue nuove vacanze in una spiaggia tropicale o in barca. Se sì la protezione deve essere elevata, quindi verifica se il fattore di protezione della tua "vecchia" crema sia sufficiente. 

Se acquisti la crema all'estero ricordati che il Spf (filtro di protezione) è indicato diversamente in America: un Spf 40 americano è pari ad un Spf 20 italiano.

Ma le attenzioni da prestare non finiscono qui: sei in attesa di un bambino proteggiti con una crema che abbia un alto fattore, almeno 25, per evitare che ti compaiano delle macchie sulla pelle, in particolare sul viso. Se invece sei entrata in menopausa scegli una crema che favorisca l'idratazione epidermica e che contenga vitamina E ed antiradicali liberi.

Se l’anno scorso ti sei scottata, quest’anno preparati prima di esporti al sole prendendo degli integratori, con betacarotene per esempio, e acquista una prodotto solare con un Spf più alto.

E se hai qualche centimetro di grasso di troppo approfitta del calore del sole, che favorisce lo scioglimento dei grassi, ed usa un solare con proprietà snellenti e rassodanti.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta