IN FORMA

Malumori femminili

LEGGI IN 2'

Questa la diffusa conclusione che i più normalmente esprimono di fronte ad atteggiamenti di instabilità femminile. Ma non a torto. Infatti secondo uno studio apparso sul Journal of Affective Disorders, pare che l’incidenza di disturbi dell’umore sia doppia nelle donne rispetto agli uomini, dovuta ad assetti ormonali differenti.

Nelle donne infatti gli ormoni fluttuano nel corso della vita adulta: in gravidanza, in menopausa e durante ogni ciclo mestruale. Con risultati diversi sull’umore, che ogni volta è sottoposto a modifiche. Sappiamo infatti che gli ormoni influiscono in modo marcato sulle oscillazioni dell’umore e ciò riguarda anche gli uomini. Ma le donne sono sottoposte tutta la vita a questo tipo di oscillazioni e, soprattutto quelle più brusche, alle quali i recettori ormonali non fanno in tempo ad abituarsi, sono le responsabili prime delle alterazioni degli stati d’animo.

E’ in ogni caso da precisare che ci sono anche specifiche condizioni psicologiche che influenzano molto la produzione di ormoni, date da episodi esterni. Uno spavento o uno stress prolungato possono arrivare persino a bloccare l’ovulazione.

Le seguenti sono le principali situazioni in cui la tempesta ormonale può contribuire a alterare l’equilibrio dello stato d’animo femminile:

  • Menarca
    La prima mestruazione provoca inevitabilmente anche il primo vero sconvolgimento ormonale, legato a filo doppio ad un vero e proprio terremoto emotivo, molto simile a quello provato dai ragazzi in pubertà.
  • Ciclo Mestruale
    Nel periodo del ciclo, estrogeni e progesterone oscillano e si modificano notevolmente e i loro effetti sul tono dell’umore sono ben noti. La sindrome premestruale è un vero e proprio disturbo dell’umore che affligge ben il 10% delle donne assumendo diverse sfumature, passando dalla depressione alla disforia.
  • Gravidanza
    Gli ormoni letteralmente impazziti di questo importante e delicato periodo della vita di una donna danno spesso luogo a disturbi di natura psicosomatica. Stipsi, nausea vomito, sono in realtà reazioni emotive di riflesso all’emozione nello scoprire di attendere un bebé.
  • Parto
    Gli ormoni prodotti dalla placenta calano improvvvisamente. Questo è il motivo principale della depressione post partum, accusata dal 10% delle mamme e particolarmente influenzata dall’ambiente esterno.
  • Menopausa
    Al termine del ciclo mestruale gli estrogeni calano considerevolmente causando la sindrome post menopausale che coinvolge il 25% delle donne. I sintomi sono vampate di calore, sudorazione, disturbi del sonno, depressione. Fastidi spesso aumentati dal disagio emotivo. Se il momento viene vissuto il più possibile con serenità, anche i sintomi risulteranno più sfumati.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione