IN FORMA

Che posizione preferisci per... dormire?

LEGGI IN 3'

Vuoi conoscere meglio il tuo carattere? Non ti bastano le opinioni dei tuoi amici e i risultati dei test a sfondo variamente “psicologico” che riempiono quasi tutte le riviste, femminili e no? Non ne hai abbastanza di analisi grafologiche o di studi che asseriscono di rivelarti l’intima essenza della tua personalità basandosi sui colori che scegli per i tuoi vestiti, sui fiori e profumi che preferisci, sulla lunghezza dei tuoi capelli, sul genere di musica che ascolti? Ebbene, c’è un nuovo campo d’indagine, appena scoperto che, stando a quanto affermano illustri psicoterapeuti, sarebbe capace di fare luce sugli aspetti più profondi dell’anima: le posizioni che si assumono al momento di entrare nel mondo dei sogni.

Pur non avendo niente a che vedere con le posizioni dell’amore, che pure possono dirci chi dei due, nel rapporto di coppia, domina e chi tende a farsi guidare, le posizioni del sonno possono darci utili indicazioni. Non da ultimo anche per quanto riguarda la vita a due. Sarebbe infatti possibile rilevare lo stato di salute di un matrimonio osservando come si dispongono nel letto i due coniugi. Se marito e moglie occupano i lati opposti del letto, al momento di coricarsi, significa che la loro unione sta attraversando una grave crisi, che può anche portare alla rottura definitiva. Se a stare presso il bordo è uno dei due, la persona in questione non desidera intrusioni del partner nella propria sfera emozionale. All’opposto, chi si pone al centro del letto a due piazze, invadendo lo spazio del compagno, si dimostra un prevaricatore, sordo alle ragioni altrui. All’interno di un’unione che funziona, i coniugi di solito si dispongono con le gambe piegate “a specchio” , palesando in tal modo stabilità e fiducia reciproca.

Ma le posizioni assunte durante il sonno non sono soltanto un termometro utile a valutare come sta la coppia. Alcuni psicologi inglesi hanno stilato un elenco che prende in esame vari modi di dormire con le relative interpretazioni, valido tanto per gli sposati quanto per i single.

  • A ostrica: si definisce così la posizione di chi si mette a dormire con le braccia intorno alla testa. È un indeciso, poco socievole, che evita le responsabilità e si trova a disagio tra gli altri.
  • Ad airone: dorme così chi sta su un fianco, con una gamba distesa ed una piegata. Di solito si tratta di persone forti, combattive, aggressive e impulsive, un po’ irrequiete.
  • A gatto: dorme a gatto che si raggomitola su sé stesso denotando in tal modo di essere un egoista, in grado di affrontare le proprie difficoltà, ma incapace di dare ascolto a chi si trova nei guai.
  • Ad ancora: assume questa posizione la persona che durante il sonno si aggrappa a qualcosa o a qualcuno da cui cerca protezione. Se per di più suole tirarsi la coperta fin sopra i capelli significa che desidera isolarsi.
  • A ventaglio: ricorda un ventaglio il modo di dormire dell’ottimista. Rilassato, con i quattro arti distesi e allargati, allegro e spensierato, perché non cova sentimenti negativi.
  • A pancia all’aria: sta così il sicuro di sé, colui che ha la vita colma di impegni e di fiducia nelle proprie capacità e nel futuro, chi è aperto agli altri.
  • A pancia in giù: si corica sul ventre la persona che non sopporta le frustrazioni quotidiane; incerta e alla ricerca d’affetto si rifugia nel sonno e nei sogni per fuggire dalla realtà.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta