IN FORMA

Bisogno di relax!

LEGGI IN 3'

Le nostre giornate possono ricordare delle vere e proprie corse ad ostacoli: in piedi d’un balzo, uno sprint ai semafori, uno scatto fino all’ufficio, lo slalom tra i fornelli, e finalmente, l’arrivo sotto le lenzuola. Senza contare il supermercato, le code in posta, i bambini… Non c’è da sorprendersi se negli ultimi mesi ti è capitato di sentire la ‘voce lamentosa’ delle tue articolazioni nel chinarti a raccogliere un oggetto o di avvertire un senso di diffusa e dolorosa contrazione alla schiena dopo aver salito le scale con la borsa della spesa. Se è così, è probabilmente il caso di cominciare a pensare a qualche tecnica che ti aiuti a distendere e rilassare il corpo, come ad esempio l’eutonia.

L’eutonia è una tecnica di rilassamento complessa che consente di conservare e migliorare le forze fisiche e mentali, particolarmente efficace nella prevenzione e nello smaltimento dello stress in eccesso. Si basa su un principio abbastanza elementare: il nostro organismo necessita del riposo per rigenerare i tessuti, affaticati e provati dalla vita di tutti i giorni. Ma anche il riposo va fatto nel modo corretto: ecco come attuare una buona seduta rilassante. Mettiti comoda e.. buon relax.

Via rumori e pensieri. Il primo passo consiste nel ricreare le condizioni adatte alla distensione. Scegli un ambiente tranquillo, un sottofondo musicale rilassante. Bastano pochi minuti, ma è importante che in questo lasso di tempo la tua mente si liberi da pensieri e preoccupazioni per concentrarsi solo sul tuo corpo. Non devi pensare ad altro che a rilassarti, quindi resisti alla tentazione di guardare l’orologio, anzi, per precauzione toglilo prima di cominciare.

Scegli una posizione comoda. Mettiti supina e assumi una posizione in cui ogni parte del corpo si senta appoggiata e sostenuta. Questo per far sì che il tuo corpo si distenda lasciandosi andare ad un completo abbandono. Il rilassamento non è immediato, ma serviranno alcuni minuti per raggiungere una profonda distensione.

Concentrati sul tuo corpo. A questo punto, concentra la tua attenzione su tutti i punti su cui il corpo è appoggiato. Prendi coscienza del tuo peso, che si distribuisce sulla superficie. Dalla punta dei piedi alla testa, in ogni centimetro del tuo corpo deve regnare il più completo abbandono: risali idealmente lungo tutto il tuo corpo soffermando la mente su ciascun punto, per almeno tre minuti.

A questo punto, il movimento morbido. Una volta presa confidenza con il tuo corpo, puoi iniziare con gli esercizi del movimento morbido. Si tratta di una serie di movimenti attivo-passivi, che consistono nel sollevare e lasciare cadere alternanativamente, con dolcezza, ogni arto. Ecco un esempio di come procedere.

  • Inizia sollevando il polso con un movimento calmo e continuo, lasciando che la mano penzoli liberamente.
  • Arresta il movimento e tieni il polso immobile in aria per qualche secondo, quindi lascia cadere passivamente a terra avambraccio e mano.
  • Lasciali riposare per qualche secondo al suolo, assaporando in profondità lo stato di rilassatezza.
    Ripeti la stessa procedura con tutte le altre parti del corpo: le gambe le spalle, il torace e la testa.

    Impara a dissociare. Per concludere, anche se è una cosa che affinerai con il tempo e con la pratica, sfrutta la sensibilità sviluppata con questi esercizi di rilassamento per imparare a dissociare le varie parti del corpo. Riuscirai così, ad esempio, a rilassare la schiena mentre le mani digitano sulla tastiera o stringono il volante. Non è impossibile e ti permetterà di risparmiare energie, di lavorare più distesa e rilassata e con il tempo e l’applicazione costante, ti consentirà di ritagliarti un spazio di relax per “ricaricare le batterie” in qualsiasi momento della giornata.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta